Mercato Milan, è Conte l’uomo da cui ripartire: le cifre della proposta rossonera

Pubblicato il autore: Salvatore Balistreri Segui
mercato milan

Fonte: www.sportcafe24.com

MERCATO MILAN – Questa sera il Milan si appresta a disputare una delle partite più importanti della sua stagione, ovvero il quarto di finale di Coppa Italia contro il Carpi (clicca qui per sapere dove vederla e conoscere le probabili formazioni), ma la società rossonera è attivissima anche dal punto di vista del mercato soprattutto in uscita: è di ieri, infatti, la notizia della cessione di Luiz Adriano (non convocato per il match di stasera) ai cinesi del Jiangsu Sainty per 14 milioni di euro. Un’operazione che si aggiunge a quella di Suso andato al Genoa già nella primissima fase della sessione invernale di calciomercato.

MERCATO MILAN CONTE A TUTTI I COSTI – Ma il club di Via Aldo Rossi deve fare i conti anche con la questione allenatore. Questa sera Mihajlovic non può assolutamente mancare la qualificazione in semifinale, pena l’addio anticipato alla panchina del ‘Diavolo’ con Marcello Lippi già pronto a prenderne le veci almeno fino a fine stagione. E’ sempre più probabile, infatti, che a luglio il Milan decida comunque di cambiare l’allenatore (anche qualora il serbo riesca a qualificarsi in Europa League, che sia tramite il campionato o la Coppa Italia) per affidare tutto nelle mani di Antonio Conte. Stando a quanto riporta la Gazzetta dello Sport stamattina, infatti, i vertici del club rossonero, cercando di sfruttare l’uscita della Roma da concorrente (preso Spalletti), avrebbero già tra le mani la proposta per convincere l’attuale commissario tecnico della Nazionale a trasferirsi a Milanello: si tratta di un triennale da 4 milioni di euro annui.

Leggi anche:  Champions League, dove vedere Milan - Atletico Madrid: diretta TV e streaming, SKY o DAZN?

MERCATO MILAN, OCCHIO ALLA CONCORRENZA – Una proposta che potrebbe allettare l’ex allenatore della Juventus, che dalla sua può vantare di avere molto mercato visti gli interessi provenienti dalla Premier League. Il Manchester United, tra questi, potrebbe essere un esempio, con Louis Van Gaal sempre più nella graticola dopo la rimonta da 0-2 a 3-3 subita ieri sera contro il Newcastle. Non è più una novità, infatti, che i ‘Red Devils’ siano innamorati del modo di lavorare e della fame di vittorie posseduta dal 46enne coach nativo di Lecce, e non è da escludere che a fine stagione provino un affondo per portarlo oltre manica. Il Milan, dunque, ha la necessità di affrettare i tempi per non rischiare di trovarsi con un pugno di mosche in mano la prossima estate.

  •   
  •  
  •  
  •