Quagliarella-Sampdoria, c’eravamo tanto amati

Pubblicato il autore: Eleonora Belfiore Segui

quagliarella

Dopo gli ultimi sviluppi, resta alta l’attenzione sul fronte Sampdoria-Torino. Proprio in questi giorni, il calciomercato ci ha offerto numerosi colpi di scena e la giornata di oggi sembra volerci regalare ancora nuove emozioni e notizie che potrebbero davvero sorprenderci, anche grazie alla consueta assemblea di Lega annuale, una riunione da sempre decisiva per le sorti del calciomercato. Ovviamente, l’incontro odierno si traduce soprattutto in un’occasione d’oro per i vari club nostrani che  hanno approfittato e potranno ancora approfittare di questo evento per approfondire quei discorsi precedentemente imbastiti o tentare qualche  mossa inaspettata. In particolar modo,  questa giornata potrebbe rivelarsi determinante nella risoluzione di alcune trattative che i tifosi stanno seguendo con ansia. Gli occhi sono puntati tutti sulle “schermaglie amorose”, per dirla con un termine sentimentale, tra Fabio Quagliarella e la Sampdoria.
I blucerchiati sono fermamente intenzionati a rilevare  il bomber campano per regalare a Montella un sostituto degno di Eder ceduto, nonostante il malcontento della tifoseria, all’Inter.
Eder rappresentava, sin dagli  inizi, la richiesta principale di Roberto Mancini, che cercava un abile giocatore in grado di agire sia da esterno offensivo che da seconda punta, al fianco di Mauro Icardi. Proprio per questo, il club del Presidente Ferrero si è messo subito alla ricerca di un attaccante capace di coprire il difficile vuoto lasciato dal giocatore, impegnato già nel suo primo allenamento nella nuova squadra. Dopo il fallimento delle trattative con Seferovic, il direttore sportivo blucerchiato Osti si è messo in contatto con il procuratore dell’attaccante, Beppe Bozzo, per rendere concreta una trattativa che fino a quel momento era giudicata ancora solo una possibilità.
La Sampdoria ha puntato così tutto su Fabio Quagliarella  che, in questo senso, potrebbe rivelarsi un candidato addirittura più gradito ed in grado di fornire una certa sicurezza alla società genovese. Infatti, il giocatore campano ha già giocato nella Sampdoria, nella stagione 2006-2007, segnando 13 gol in 35 presenze, record di gol in un solo campionato.
Di certo, questo sarebbe un grande ritorno, in pieno stile amarcord.  La Sampdoria ha individuato nell’attaccante di Castellammare, attualmente impegnato con il Torino, un supporto ideale per il reparto avanzato, e sembra decisa a giocarsi il tutto per tutto per portare nuovamente in quel di Genova il giocatore. La trattativa potrebbe essere sbloccata a breve, complice la pressione mediatica sul caso.
In questo vortice di eventi, i blucerchiati avrebbero alzato anche l’offerta: Massimo Ferrero avrebbe presentato una proposta da 2,5 milioni di euro, a fronte della richiesta di Cairo di 3,5 milioni, più bonus. Tuttavia, di fronte all’insistenza doriana, la società piemontese potrebbe cedere ed abbassare le sue richieste economiche per il giocatore.
Le trattative potrebbero essere agevolate anche dai rapporti, non particolarmente facili, tra Quagliarella ed il Torino. L’attaccante campano è, infatti, da tempo ai margini del progetto granata, avendo trascorso in panchina le ultime quattro sfide di campionato ed essendo al centro di numerose polemiche  a seguito delle sue “scuse” ai tifosi napoletani, reo di non aver esultato dopo il rigore segnato contro la sua ex squadra.
Cambiare aria potrebbe fargli bene, rivelandosi, a lungo termine, una mossa davvero vincente.
La Sampdoria pare  proprio fare sul serio per riavere Quagliarella e le prossime ore si riveleranno decisive.

  •   
  •  
  •  
  •