Roma, tante voci ma per ora il mercato è fermo. E si prospetta l’ennesima rivoluzione a giugno

Pubblicato il autore: Lorenzo Matricardi Segui

Roma

Siamo al 20 di gennaio e la Roma non ha ancora registrato nessun nome nuovo in entrata. Da settimane – se non addirittura mesi – sono tanti i nomi che circolano come possibili rinforzi per la rosa giallorossa, ma fino a questo momento nessuna delle trattative intavolate si è concretizzata. Sicuramente il cambio di allenatore in piena sessione di mercato non ha giovato al lavoro di Sabatini, ma questo non fa che sottolineare ancora una volta quanto l’avvicendamento Garcia-Spalletti sia stato tardivo. Con il tecnico francese la Roma aveva in pugno due giocatori su tutti: Perotti ed El Shaarawy. Spalletti sembra aver dato il benestare per l’acquisto di entrambi e l’arrivo imminente di Cerci al Genoa dovrebbe sbloccare anche le trattative della Roma con Genoa e Milan, ma rimane di difficile comprensione i motivo di tante difficoltà nel chiudere affari già così ben avviati.

Il reparto che maggiormente necessita di un intervento durante il mercato di riparazione è senza dubbio la difesa. La prova di Castan contro il Verona è stato solo l’ennesimo campanello d’allarme del reparto arretrato giallorosso. Eppure anche in questo caso ci sono state solamente voci di possibili interessi da parte della società capitolina, ma al momento non sembrerebbero esserci trattative avviate. Juan Jesus resta un nome possibile e una trattativa abbordabile, ma Sabatini vorrebbe regalare al nuovo tecnico qualcosa di più. Difficili le trattative per Acerbi e Tonelli – che difficilmente si muoveranno a gennaio – i nomi nuovi sono quelli di Nacho e, soprattutto, Umtiti del Lione.

Per quanto riguarda i terzini invece, con l’avanzamento di Florenzi urge l’acquisto di un terzino destro titolare, perché è impensabile che la Roma prosegua con Maicon e Torosidis come uniche alternative. Intanto a sinistra potrebbe arrivare Adriano, che ha già dato il suo benestare al trasferimento e non è stato convocato nell’ultimo impegno del Barcellona per scelta tecnica. Intanto in uscita si trattano diversi giocatori. Su tutti Gervinho, che sembra ormai destinato ad accasarsi in Cina al Jiangsu (la cifra per il cartellino dovrebbe ammontare a circa 12 milioni). C’è inoltre da risolvere il nodo legato a Castan il quale, come detto in precedenza, ha dimostrato di essere in grande difficoltà nel reinserimento a seguito del grave problema che lo ha costretto ad operarsi ormai più di un anno fa.

Per lui appare concreta la possibilità di un prestito in Brasile per ritrovare serenità e sicurezza. Altro nome in uscita è quella di Uçan, che dovrebbe finire in prestito alla Sampdoria per cercare di trovare maggiore spazio e continuità. Ashley Cole ha invece ufficialmente rescisso il contratto con la Roma per accasarsi con ogni probabilità in Mls, mentre appaiono più che probabili le cessioni di Gyomber e Emeron Palmieri. A questi nomi in uscita si vanno ad aggiungere diversi altri nomi che lasceranno probabilmente la Roma a giugno. Per la prossima sessione estiva di mercato, infatti, si va verso l’ennesima rivoluzione della rosa con le partenze quasi certe di Szczesny, Maicon, Torosidis e Keita. Senza contare che a fine stagione a lasciare potrebbe essere proprio il ds Walter Sabatini.
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: