Spalletti torna alla Roma, nella notte il via libera di Pallotta

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui

Spalletti%2004“Luciano Spalletti si appresta a tornare sulla panchina della Roma, prendendo il posto del francese Rudi Garcia”, recita così un’ANSA delle 9.18, dando di fatto l’ufficialità alla notizia, “manca ancora il Comunicato da parte della società Giallorossa, ma il via libera è arrivato stanotte dopo l’incontro a Miami fra lo stesso allenatore di origine toscana e il presidente del club, James Pallotta”.

Cappotto scuro e pizzetto brizzolato, Luciano Spalletti è arrivato ieri sera a Miami, quando in Italia si era a ridosso dell’1 di notte, per incontrare il presidente della Roma James Pallotta. Ad attenderlo all’aeroporto c’erano il direttore generale Mauro Baldissoni e Alex Zecca, socio e amico di Pallotta. I due sono saliti su un’auto nera che li ha condotti verso il luogo dell’incontro. Oggi ripartirà per l’Italia, sbarcherà a Roma giovedì alle 12.30 con un volo diretto da Miami. Nel pomeriggio di giovedì dirigerà probabilmente il suo primo allenamento. L’allenamento della Roma in programma nel pomeriggio di oggi, invece, potrebbe essere diretto dal tecnico della Primavera Alberto De Rossi preallertato dalla società.

Per lui contratto di un anno e mezzo, fino al 2017, con opzione sulla stagione successiva. Spalletti ha già allenato la Roma dal 2005 al 2009, conquistando due Coppe Italia e una Supercoppa Italiana. Durante la sua prima avventura in giallorosso chiude in campionato per tre volte al secondo posto oltre a centrare una qualificazione ai quarti di Champions League. Si dimette dopo le prime due giornate della stagione 2009-10 e pochi mesi dopo approda sulla panchina dello Zenit San Pietroburgo dove vince per due volte il campionato oltre a una Coppa di Russia e una Supercoppa russa prima dell’esonero nel marzo 2014. Ora il ritorno a Roma.

Si chiude invece dopo due anni e mezzo l’esperienza romanista di Rudi Garcia, ingaggiato nell’estate 2013 dopo cinque stagioni al Lille. Con lui due secondi posti.

  •   
  •  
  •  
  •