Biglia Lazio, aria di divorzio. L’agente: “Inter è una possibilità”

Pubblicato il autore: Edoardo Evangelista Segui

Biglia Lazio
Biglia Lazio, United e PSG sfidano l’Inter per giugno.

Si protrae incessantemente il bailamme di voci di mercato che riguardano Lucas Biglia. Il centrocampista della Lazio, fuori per un infortunio alla caviglia, continua ad essere oggetto dell’interesse di diversi grandi club, italiani e non solo. Se l’Inter resta la squadra più concretamente interessata tra quelle nostrane, Manchester United e Paris Saint-Germain occupano la prima fila delle straniere. Intanto l’agente dell’argentino, Enzo Montepaone, ha parlato al quotidiano nazionale Il Tempo del futuro del suo assistito, alimentando nuovamente le indiscrezioni che lo vedono promesso sposo dell’Inter nella prossima sessione di mercato estiva.

L’Inter? E’ una possibilità concreta“, ha esordito il procuratore del mediano della nazionale argentina. Nei giorni scorsi, grande scalpore aveva destato un messaggio postato da Montepaone sul social network Twitter, nel quale si leggeva quanto segue:


Un’uscita infelice nei tempi e nei contenuti, a tal punto da originare più di una preoccupazione e notevoli polemiche in una piazza, quella biancoceleste, già sufficientemente adombrata nei confronti della gestione Lotito, accusato di non investire sufficientemente per rinforzare la squadra e indurre i big presenti in rosa a rimanere parte del progetto.
In realtà l’agente del giocatore dell’albiceleste del Tata Martino ha immediatamente corretto il tiro del suo intervento pubblico. Concedendosi ai microfoni di LaLazioSiamoNoi, programma dell’emittente televisiva T9 che gestisce anche un proprio sito web, ha spiegato che “Non c’è nulla di vero, non ho mai detto quelle parole e per di più quel profilo Twitter non mi appartiene”. Non c’è però molto di cui sorridere per i tifosi dell’aquila, come si evince da questo passaggio dell’intervista di Montepaone, dal quale emerge che “il rinnovo con la Lazio comunque non è una cosa certa, ci sono tante cose da affrontare“.

Leggi anche:  Stipendi, rischiano 5 club. Penalizzazioni in vista!

Biglia Inter? 25 mln potrebbero bastare a convincere Lotito, che l’estate scorsa partiva da una base di 30.

Il rapido dietrofront non ha però sortito interamente gli effetti sperati, ovvero quelli di calmare le acque in un momento nel quale Biglia peraltro è fuori per infortunio, precisamente per un problema alla caviglia accusato nei minuti di recupero di Lazio-Juventus di Coppa Italia. A Il Tempo Montepaone non ha chiuso definitivamente le porte alla possibilità di raggiungere un accordo con la società capitolina per siglare l’atteso rinnovo di contratto, sulla base di un cospicuo aumento di stipendio che dovrebbe almeno temporaneamente allontanare le sirene di mercato che si fanno ogni giorno più insistenti. L’ipotesi di prolungare la scadenza, e ancor di più quella di proseguire il rapporto professionale che da tre anni a questa parte lega Biglia e la Lazio, appare oggi poco più che un miraggio. Se veramente il Manchester United ed il PSG tentassero l’affondo con una proposta sui 25 mln di euro, la trattativa presumibilmente potrebbe risolversi nel giro di pochi giorni, stante la volontà del calciatore di imprimere una svolta alla sua carriera compiendo il grande salto verso una big.

Leggi anche:  Serie A, Sassuolo Inter dove vederla in tv e streaming

Per Biglia ci riproverà anche lo United

Come con Felipe Anderson i Red Devils torneranno all’attacco mentre Ausilio sogna l’accoppiata Biglia-Banega, tutt’altro che incompatibili.
A 30 anni appena compiuti, il regista laziale è consapevole che questo può essere l’ultimo treno utile per giocare in un top club, e le piste estere rappresenterebbero la soluzione migliore in questo senso. I Red Devils lo avevano inseguito a lungo nella scorsa finestra di mercato estiva, tirandosi indietro a fronte delle esose richieste avanzate da Lotito per lasciar partire il calciatore. In questo momento, considerato il calo di rendimento di Felipe Anderson e le reali ed urgenti esigenze degli inglesi in mezzo al campo, sembra essere più Biglia l’uomo che fa al caso dello United.
Anche l’Inter, però, ha necessariamente bisogno di aumentare sensibilmente il tasso qualitativo del suo centrocampo, possibilmente con un giocatore che sappia dettare i tempi alla squadra e far giungere più velocemente e pulito il pallone agli attaccanti. Da più parti si sono levate voci che hanno fatto giustamente rilevare come il possibile approdo a Milano alla scadenza del contratto col Siviglia di Ever Banega, altro argentino, vada a collidere con l’ipotesi Biglia. Tuttavia, chi conosce i due giocatori sa bene che Banega ha più volte dimostrato di dare il meglio di sé in posizione più avanzata. Non necessariamente quella di trequartista, quanto piuttosto quella di interior de posesión, nell’accezione spagnola dell’espressione che riconduce a quanto fatto per anni da un mostro sacro come Iniesta nel Barcellona, una squadra che come vertice basso del centrocampo ha sovente schierato un uomo tattico, per quanto molto valido tecnicamente, come Sergio Busquets. A nostro parere, Banega non esclude assolutamente Biglia, né sotto il profilo tecnico-tattico né tanto meno dal punto di vista economico. Il doppio innesto cui anela Ausilio regalerebbe all’Inter una linea mediana di livello europeo, senza dubbio imparagonabile alla coppia Felipe Melo-Gary Medel.

  •   
  •  
  •  
  •