Galeone rivela: “Allegri andrà al Chelsea”

Pubblicato il autore: Simone Braconcini Segui

AC Milan's coach Massimiliano Allegri (C), Sporting Director Ariedo Braida (R) and former coach Giovanni Galeone (L) watch the match between Fernando Verdasco of Spain and Milos Raonic of Canada at the Rome Masters tennis tournament May 8, 2011. REUTERS/Giampiero Sposito (ITALY - Tags: SPORT TENNIS SOCCER)

L’ex allenatore Giovanni Galeone,  grande maestro e amico di Massimiliano Allegri, ha rivelato oggi: “Sono certo che il mio amico Max andrà via dall’Italia. Io lo vedo al Chelsea, anche perché la proposta di Abramovich è davvero fantastica. E sono convinto che Max a Londra farà benissimo”. Così ha parlato Galeone oggi, in un’intervista concessa all’emittente Radio Radio. Galeone, al Pescara, è stato anche allenatore di Allegri e i due, che si sentono quotidianamente, hanno un rapporto molto stretto.

Apriti cielo: i tifosi juventini sono già sul piede di guerra. Si dà infatti il caso che Galeone sia una sorta di padre per Allegri e, quando dice una cosa, quella cosa ha sempre molte probabilità di realizzarsi. Certo stupisce e non poco, che Galeone si sia espresso pubblicamente con questa schiettezza, dando quasi per certa una trattativa che riguarda una persona a lui così vicina.

Leggi anche:  Lazio Yazici, il turco del Lille che fece tripletta al Milan piace molto a Tare

Ma, d’altro canto, anche ieri lo stesso Allegri era apparso possibilista sull’eventualità di un addio alla Juve a fine stagione: “Il Chelsea? -aveva detto nel post-match contro il Frosinone, Allegri In questo momento non voglio parlare del mio futuro. Su quello che accadrà a giugno, ci sarà tempo per parlarne tra qualche mese”.

Allegri insomma non smentisce del tutto l’eventualità che a giugno si possa discutere su un eventuale cambio di panchina. E le parole di Galeone sembrerebbero confermare questa possibilità.

Ora la palla passa alla società bianconera. Allegri ha un contratto fino al 2017 e la società non ha alcuna intenzione di lasciarlo andare via. A meno che..Marotta non trovi un sostituto all’altezza, un nome altisonante o, chissà, non si materializzi un ritorno illustre.

Leggi anche:  Champions League, in Siviglia-Chelsea il VAR sarà da remoto

In attesa delle scintille di mercato che riguarderanno anche la panchina, la Juve vuole regalarsi però un’altra stagione da protagonista. Senza dubbio, con Allegri in panchina. Il futuro può attendere.

  •   
  •  
  •  
  •