Nocerino rescinde col Milan: per lui probabile approdo all’Orlando City

Pubblicato il autore: antoniopilato Segui

nocerino-milan-luglio-2015-ifa

Questa volta è davvero finita. Antonio Nocerino non è più un giocatore del Milan. Il centrocampista ha rescisso il suo contratto con la società rossonera, così come si evince dal comunicato del club: “AC Milan comunica che in data odierna è stato risolto consensualmente il contratto con Antonio Nocerino. La società desidera ringraziare Nocerino per l’impegno, l’attaccamento e la professionalità sempre dimostrati nell’indossare la maglia del Milan e nel difendere i colori rossoneri e gli augura ogni successo per il prosieguo della sua carriera di calciatore”.

L’ex calciatore del Parma non è praticamente mai stato nei piani del tecnico Sinisa Mihajlovic (per lui appena 3 apparizioni tra Campionato e Coppa Italia) e dunque ha deciso di mettere fine alla sua esperienza milanese per provare una nuova avventura. Secondo alcune indiscrezioni Nocerino molto probabilmente emigrerà negli Usa, per la precisione all’Orlando City, compagine in cui milita un altro ex milanista, ovvero Kakà.

Leggi anche:  Eriksen-Inter: ecco quanto hanno sborsato i nerazzurri per acquistarlo

Per lui è pronto un contratto annuale con opzione per il secondo da circa 850mila dollari l’anno. Dunque a quasi 31 anni Nocerino realizza il sogno americano, anche se la sensazione è che avrebbe potuto ancora dare qualcosa al nostro calcio.

Indimenticabile la sua prima stagione all’ombra della Madonnina (2011/2012), quando il calciatore di origine campana mise a segno ben 10 reti in 35 presenze in Serie A (suo record personale). Realizzò inoltre il momentaneo pareggio nel match valido per il ritorno quarti di finale di Champions League contro il Barcellona al Camp Nou.

Dalla stagione successiva non è riuscito più ad esprimersi a livelli importanti, tanto che inizia a girovagare per l’Europa alla ricerca di una sistemazione ideale. West Ham, Torino, Parma tutte avventure senza fortuna, poi il ritorno al Milan, l’ultimo primo del definitivo addio.

Leggi anche:  Europa League 2020/21, le probabili formazioni della quarta giornata e statistiche

Ora per lui si apre una nuova pagina, sicuramente diversa da quelle passate, ma non di certo meno affascinante.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: