Pogba ha scelto Adidas, ecco come uno sponsor cambia il mercato

Pubblicato il autore: Domenico Margiotta Segui

pogba


Alla fine Polpo Paul Pogba ha deciso. Nelle passate settimane Pogba è stato al centro di una lunga bagarre tra due colossi, i due sponsor Nike e Adidas. Ed è proprio quest’ultima che si è aggiudicata le prestazioni e il nome della stella francese in forza ai bianconeri. Il numero dieci juventino, insieme al suo procuratore Mino Raiola, ha sottoscritto un contratto milionario con il colosso tedesco dell’abbigliamento sportivo: secondo quanto ha riportato la Gazzetta dello Sport, Pogba ha raggiunto un accordo con il gigante tedesco Adidas, sulla base di un contratto di 4 anni e di ben 4 milioni a stagione più bonus, per un totale di 20 milioni di euro. L’Adidas è riuscita ad accaparrarsi il forte centrocampista della Juve e della nazionale francese sulla base di un contratto milionario, mentre la Nike, nella diatriba antecedente la scelta di Pogba, aveva fortemente puntato su una campagna di tipo commerciale, come la realizzazione di un paio di scarpe celebrative dopo gli attentati di qualche mese fa che hanno colpito la città di Parigi. Ma alla fine ha vinta l’Adidas.

Leggi anche:  Isco-Inter, il padre-agente: "C'è la volontà"

Tutto questo potrebbe influire fortemente sul calciomercato che riguarda Pogba. Infatti, l’Adidas è sponsor anche di Real Madrid e Manchester United, oltre che della Juve. Quindi, sia gli spagnoli che gli inglesi potrebbero questa estate affondare il colpo e portare il talentuoso giocatore nei rispettivi club. Infatti, sia Zinedine Zidane che José Mourinho (se sarà ufficialmente il nuovo tecnico del Manchester United, dopo la disastrosa annata di Van Gaal) hanno cercato e con insistenza il giocatore. Allo stato delle cose, il giocatore difficilmente si sposterebbe da Torino, scelta confermata anche dal procuratore del giocatore francese Mino Raiola, che più volte ha precisato come Pogba stia bene in bianco e nero, una scelta dettata dall’affetto provato per i colori, almeno fino ad ora.

Quindi, se Real Madrid e Manchester United, causa sponsor tecnico, sarebbero più vicini al numero dieci della Vecchia Signora, Barcellona e Manchester sponda City, sponsorizzati dalla Nike, si allontanerebbero dal giocatore, secondo le ultime scie informative del calciomercato. Certo, sia i blaugrana che quelli del City non possono dirsi totalmente fuori dalla corsa al talentuoso Pogba. Le due società, infatti, dispongono di tutto l’occorrente per lanciare una proposta indecente: i due club infatti hanno sia il prestigio giusto che i soldi giusti per provare il colpaccio, rendendo inutile un accordo milionario con uno sponsor tecnico rivale.

Leggi anche:  Juventus, Pirlo: "Andiamo a chiudere il discorso qualificazione"

Intanto, Polpo Paul Pogba ha rilasciato a Sky Deutschland una rivelazione che potrebbe lasciare la porta aperta anche al Manchester City di Pep Guardiola (ufficialmente il tecnico della prossima stagione): “Sono un giocatore della Juventus ora, ma in futuro si potrebbe sviluppare la possibilità di lavorare con Guardiola. Ha una grande esperienza e un’immensa filosofia di gioco. È un allenatore che influenza la squadra ed è rispettato da tutti i suoi giocatori”.

Insomma, questa estate ci sarà una vera ressa per accaparrarsi i servizi di questo giocatore dal talento immenso, e la Juve (che di certo non ha bisogno di soldi) dovrà effettuare un’ottima strategia di mercato per tenersi stretto il genio di Pogba.

  •   
  •  
  •  
  •