Antonio Conte chiama al Chelsea i gioielli della Roma: pronto l’assalto a Nainggolan, Manolas e Florenzi

Pubblicato il autore: Saverio Felici Segui

antonio conte
Non c’è nessun contratto (per ora), ma gli accordi sono presi, i dettagli pronti, gli annunci fatti: Antonio Conte lascerà la Nazionale Italiana per approdare al Chelsea, perso attualmente nella peggior stagione della sua storia recente, e in cerca di nomi e leader nuovi per rifondare la squadra al termine dell’era Mourinho. Lo special one, esonerato pochi mesi fa per lasciar posto al traghettatore Hiddink, rischiava di far naufragare i blues nelle acque più basse della classifica, e a questo punto un cambio completo di prospettive è apparso inevitabile. Il nome, mai nascosto, è quello dell’ex Juve e attuale allenatore dell’Italia, il quale non si è certo fatto pregare: al di là del malumore neanche tanto velato nel ricoprire un ruolo “esterno” al calcio che conta come quello di tecnico di una nazionale, pochi giorni fa Conte ha esplicitamente dichiarato di voler abbandonare gli azzurri al termine dell’Europeo di questa estate. La squadra di arrivo dichiarata è il club di Abramovich. E, per non perdere tempo, il tre volte campione d’Italia ha già comunicato quali saranno gli obbiettivi principali del suo mercato durante l’estate: in pratica, mezza Roma.

Leggi anche:  Inter, minacce dai tifosi: "La maglia che indossi va onorata"

Il Daily Star di stamattina ha esplicitamente riportato quelli che sarebbero gli obbiettivi numeri uno del mercato blues, già ufficialmente richiesti da Antonio Conte in vista del suo arrivo al termine  degli Europei. Oltre ai suoi sodali Arturo Vidal  (non brillante al Bayern come lo era nella sua Juventus) e Leonardo Bonuci (nel mirino di mezza Europa), colpisce come obbiettivo primario il nome di Radja Nainggolan. Il belga centrocampista della Roma era già stato cercato da Conte l’inverno stesso  in cui finì nella capitale: ora, forte di un budget (si dice) di 100 milioni solo per questi tre acquisti chiave, il tecnico leccese potrebbe finalmente dare l’assalto a quel giocatore che gli era stato già beffardamente sottratto due anni fa.

A questi obbiettivi dichiarati, vanno ad aggiungersi quei nomi che in questi giorni circolano con sempre più insistenza  nel panorama del mercato internazionale. E anche visto il grandioso momento di forma, non possono non essere quelli dei gioielli della Roma spalettiana. L’edizione odierna del Tempo aggiunge alla lista dei desideri londinesi di Antonio Conte anche quello di Kostas Manolas. Il difensore greco era già stato ripetutamente cercato da Abramovich già la scorsa estate, quando sembrava che il centrale fosse ormai sul punto di essere ceduto da Walter Sabatini. Per questioni di tempistiche non se ne fece nulla. Ora, forti del rinnovato entusiasmo dovuto al cambio di allenatore, i blues sarebbero pronti a muovere un altro assalto a Manolas, mettendo sul piatto una cifra vicina ai 35 milioni di euro. L’acquisto a queste cifre del greco sarebbe ovviamente cercato solo in caso di fallimento del tentativo per Bonucci: il piano della dirigenza giallorossa è quello di proporre al difensore un rinnovo fino al 2020, prima che cominci il mercato estivo e di conseguenza l’assalto al talento greco.

Leggi anche:  Coppa Italia, sorteggi ottavi: Juve-Genoa, Milan-Torino

Come se non bastasse, l’altro nome emerso negli ultimi giorni sulla lista dei desideri di Antonio Conte è quello di Alessandro Florenzi. Non è una sorpresa: se la notizia era rimbalzata già da un paio di settimane, con il super gol di domenica scorsa si sono solo consolidate le voci di un multiplo interesse dei maggiori club europei per il campioncino romanista. Oltre ai mai nascosti tentativi del Barcellona, ora anche il nuovo Chelsea di Antonio Conte sarebbe pronto alla carica: si parla anche qui di 30-35 milioni di euro, con un contratto già pronto da 3,5 milioni per 4 anni. Delle tre sarebbe forse la trattativa più difficile, visto l’entusiasmo che circonda il giocatore nell’ambiente Roma. Ma con il budget messo a disposizione da Abramovich, nessun gioco al rialzo è da escludere.

  •   
  •  
  •  
  •