Calciomercato: dove giocherà Morata l’anno prossimo?

Pubblicato il autore: Simone Satragno Segui

E8637B40E4506F186E103929786D4FBE
Dopo la doppietta nel derby e l’ottima prestazione sfoderata contro il Bayern Monaco, il nome di Alvaro Morata torna prepotentemente sulle prime pagine dei principali quotidiani sportivi. In più con il nuovo infortunio occorso a Paulo Dybala, lo spagnolo potrebbe recitare un ruolo da protagonista nell’ultima fondamentale parte della stagione bianconera.

In Spagna danno ormai per scontato il fatto che il giovane attaccante iberico a fine stagione lasci la Juventus per tornare al Real Madrid, squadra che detiene il diritto di recompra. Il Real però non è detto che voglia poi trattenere l’attaccante, ma preferirebbe solo monetizzare una cifra molto più alta di quella che dovrebbe versare alla Juventus (ossia 30 milioni). L’obiettivo degli iberici sarebbe quello di cedere Morata per almeno una cinquantina di milioni di euro. Le pretendenti per l’attaccante non mancano, e potrebbe scatenarsi un’asta tra l’Arsenal, il primo club a mostrarsi interessato, e proprio il futuro Bayern Monaco di Ancelotti, che nell’ultima settimana avrebbe sondato il terreno, convinto anche dalla straordinaria gara di Morata all’Allianz Arena.

Leggi anche:  Juventus-Torino, probabili formazioni e le ultimissime dai campi

Futuro di difficile comprensione dunque per Alvaro Morata, ancora sospeso fra Torino e Madrid. Lo spagnolo ha chiarito ieri la questione ai microfoni dell’emittente spagnola Cadena Cope: “Il prossimo sarà un anno difficile per me perché non ho la certezza di dove giocherò. Vorrei che si risolvesse questa situazione della “recompra”. Sono felice alla Juventus, non dipende da me, vorrei sapere dove prendere casa. Il ritorno a Madrid è una possibilità reale, è tutto scritto sul contratto. Parlo spesso con Butragueno, svolge un lavoro fondamentale al quale non sempre viene dato valore. Mi manda spesso messaggi quando segno o quando faccio una buona partita. L’eliminazione in Champions? Fa ancora male e lo farà per tutta la vita. È incomprensibile come siamo stati eliminati, eravamo avanti 2-0 e alla fine abbiamo perso. Stavo bene quando il tecnico mi ha sostituito, ma evidentemente ha pensato che fosse la cosa migliore per la squadra. Il mio corpo è cambiato molto da quando sono alla Juve. In Italia ci alleniamo molto fisicamente. Tevez mi aveva detto che dopo aver giocato in Italia puoi giocare in qualunque campionato. Quando prendi la palla hai sempre 2-3 difensori addosso”.

La volontà di Morata dunque appare chiara, resta da capire ora quella delle società interessate, che per ora sono solo Real Madrid e Juventus.

  •   
  •  
  •  
  •