Candreva – Inter: pronto un quadriennale!

Pubblicato il autore: Fabrizio Caminiti Segui

Lazio-Candreva
Candreva – Inter, tutto pronto per il passaggio in nerazzurro del centrocampista romano. Ricorda il passaggio di Stankovic per molti aspetti soprattutto per il comune denominatore Mancini. Il tecnico lo vuole per dare dinamicità ed imprevedibilità alla manovra interista.

Antonio Candreva e l’Inter, prove di matrimonio concrete che lasciano pochi dubbi sulla conclusione positiva della trattativa. Dai rumors di mercato si tratterebbe di 25 milioni già pattuiti tra Lotito e Eric Thohir per l’accordo di massima. Contratto di quattro anni per lui. L’accordo sarebbe stato trovato già nei mesi invernali ma l’eliminazione della Lazio dall’Europa League per mano dello Sparta Praga ha accelerato il tutto. L’esterno italiano non solo ha perso la fiducia di Pioli da un bel pò di tempo, ma il malcontento del romano sarebbe incrementato dalla scelta del tecnico biancoceleste di optare per il passaggio di consegna della fascia di capitano da lui a Biglia.

AFFARE IN PORTO – L’esterno classe ’87 sarebbe un elemento imprescindibile per lo scacchiere dell’Inter, in particolare di Mancini a maggior ragione se dovesse continuare il matrimonio tecnico tra lui e la società meneghina. Candreva ha molta voglia di vestire il nerazzurro e non lo ha mai cercato di nascondere ma Lotito è un osso duro negli affari ed è per questo che l’accordo saltò nel gennaio 2016. Adesso il ragazzo ha fretta di fare il salto di qualità anche in vista dell’Europeo in estate, per mandare un messaggio a Conte basato sul prestigio del trasferimento alla società milanese. Il Ds Ausilio ha tentato in ogni modo di trattare sul prezzo, chiedendo un pagamento dilazionato oppure uno sconto compensato dallo scambio di qualche elemento nella rosa interista.

Gli affari tra le due società sono sempre stati fatti in passato nel modo più limpido e pulito, ma alla guida societaria non c’era Lotito. Con l’eccentrico presidente romano il ricordo più vivo è quello legato ad Hernanes ma i più esperti ricorderanno la cifra richiesta dalla Lazio, ovvero 20 milioni + bonus per un centrocampista che in quel periodo andava per i 29 anni.

SCHEDA TECNICA DI CANDREVA Candreva è, a differenza di Hernanes, un elemento molto più duttile e capace di interpretare più fasi di gioco. Può essere impiegato nel 3-4-3 esterno alto, nel rombo di centrocampo come interno, oppure come trequartista a ridosso delle due punte. Nel 4-4-2 potrebbe fare tranquillamente il tornante classico ed in situazioni di emergenza è capace di trasformarsi in terzino. Ottima velocità, bravo sia col destro che col sinistro. Dotato di un tiro potente e preciso.

CANDREVA COME STANKOVIC –  Dejan Stankovic può essere il riferimento più incline alle doti naturali di Candreva.  Centrocampisti “multitasking” tutti e due, per capacità fisiche ma anche per spirito combattivo in campo. Tutti e due hanno in comune il tiro da fuori e l’inserimento negli spazi. Altra affinità non di poco conto è il tecnico interista. Si, perchè quando Stankovic arrivò alla Pinetina venne sponsorizzato e voluto fortemente sempre da Mancini. Il tecnico fece maturare moltissimo il serbo tanto che la Lazio lo utilizzò esclusivamente come dodicesimo uomo per risolvere le partite o all’occorrenza come jolly imprevedibile per non dare punti di riferimento agli avversari. Stankovic all’Inter temprò la squadra e ne divenne leader vincendo tutto ciò che un giocatore può sognare in un club e Candreva ha tutte le carte in regola per diventare il nuovo Stankovic.

  •   
  •  
  •  
  •