Ibrahimovic a parametro zero: si fa sotto il Manchester

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

ibrahimovic13 scudetti in 15 anni per lo svedese Zlatan Ibrahimovic che ha recentemente annunciato il suo addio al Paris Saint Germain ed è quindi sul mercato a parametro zero. La cosa non può che fare gola ai più prestigiosi club europei tra cui il Manchester Utd, che deve assolutamente risalire la china in Inghilterra e in Europa e per questo punta ad avere il meglio che il mercato mette a disposizione.
Certo la spesa non è delle più economiche visto che il giocatore guadagna 16 milioni e mezzo di euro, ma se si conta quanto ha fatto incassare alle squadre in cui è stato in termini di risultati sportivi ottenuti, sponsor ecc., si capisce subito che Ibrahimovic è, e rimane un affare assoluto per una squadra di calcio. Va inoltre aggiunto il fatto che il nuovo coach del Manchester Utd, Josè Mourinho, ben conosce il calciatore svedese con il quale a conquistato il suo primo scudetto in Italia con l’Inter, e sa bene che per tornare subito a vincere in Inghilterra e in Europa i red devils devono assolutamente avere un giocatore del carisma e della bravura di Ibrahimovic.
Il fatto che si può acquistare a parametro zero, e quindi pagando solo lo stipendio (purtroppo elevatissimo) al giocatore, non può che favorire il passaggio, in quanto sotto la guida del portoghese Ibrahimovic non solo avrà l’occasione di giocare in uno dei campionati più seguiti al mondo, ma anche di giocarsi tutte le sue chance per vincere finalmente la Champions League, unico trofeo che gli manca a livello collettivo, e di conseguenza anche il Pallone d’Oro, altra mancanza per un campione indiscusso che ha abituato le sue platee a mille magie.
Dal canto Paris Saint Germain ormai si guarda avanti e si pensa già al dopo Ibrahimovic, nonostante il fuoriclasse svedese abbia ancora la Champions da giocare a Parigi, e si pensa già ai possibili sostituti, che possono passare in primis nella conferma di Cavani qualora questi non andasse alla Juventus, altrimenti si pensa a Icardi, pilastro dell’attacco dell?inter di Mancini ma desideroso di cambiare aria qualora la sua squadra non gli garantissi l’accesso alla maggiore competizione europea.

Leggi anche:  Sarri ancora non rescinde con la Juventus: ecco perché
  •   
  •  
  •  
  •