Lazio: possibile rinnovo di contratto per Konko

Pubblicato il autore: antoniopilato Segui
30566_705_201391914536924
Tra le poche note liete di questa disastrata stagione della Lazio, c’è senz’altro Abdoulay Konko. Il terzino francese di origini algerine, nella passata stagione era stato praticamente messo da parte ed era addirittura la terza scelta dopo Basta e Cavanda.
La cessione del belga al Trabzonspor, l’arrivo del quasi inutilizzato Patric e l’infortunio del serbo, hanno di fatto rilanciato per ragioni di necessità. Tra lo stupore generale però, l’ex Genoa e Siena ha sfoggiato delle prestazioni di altissimo livello, le migliori da quando veste la casacca biancoceleste.
Corsa, dinamismo, capacità di sovrapporsi e anche una discreta attenzione in fase difensiva sono le sue caratteristiche più importanti, a cui quest’anno si è aggiunta la continuità dal punto di vista fisico (18 presenze consecutive da titolare), mancata negli anni scorsi.
Tutto ciò non è passato inosservato in quel di Formello e per questo la dirigenza capitolina starebbe pensando di rinnovare il contratto del giocatore in scadenza il prossimo giugno.
La proposta sarebbe un annuale con opzione per il secondo (nulla è trapelato per quanto concerne le cifre). Il numero 29 laziale per ora starebbe valutando, ma sono alte le possibilità che possa accettare.
Arrivato nell’estate 2010 per sostituire il partente Lichtsteiner, Konko si è sempre reso utile alla causa. I numerosi infortuni sono stati il suo unico ostacolo e per questo in diverse occasioni è stato vicino alla cessione.
La sua permanenza all’ombra del Colosseo certifica comunque un legame lungo più di un lustro, in cui ha portato l’aquila sul petto per ben 120 volte realizzando anche due reti (una in campionato e una in Coppa Italia).
Ha fatto parte inoltre della storica formazione, che nella finale di Tim Cup 2013 ha battuto la Roma nel derby e ciò non è aspetto di poco conto nella Città Eterna.
Se domani sera dovesse scendere in campo nella sfida di Europa League contro lo Sparta Praga sarà la sua diciannovesima partita di fila, qualcosa di inimmaginabile fino a qualche mese fa. Eppure ora anche col rientro di Basta la corsia destra è ancora di sua proprietà, a testimonianza di come ora sia diventato un perno imprescindibile per lo scacchiere di mister Pioli.
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Ibrahimovic voleva diventare il nuovo Maradona ma Adl disse no
Tags: