Mehdi Benatia andrà alla Juventus

Pubblicato il autore: Al Rey Segui

Medhi Benatia andrà alla Juventus

Dopo un anno di corteggiamenti la prossima estate le strade di Mehdi Benatia e della Juventus si incroceranno, almeno da quanto dicono al Bayern Monaco. L’accordo sarà in prestito oneroso per 2 milioni di euro più il diritto di riscatto fissato a 24 milioni. Il difensore marocchino ha già giocato nella Roma dal 2013 al 2014 e non gli dispiacerebbe tornare in Italia. Il 27 agosto 2014 è stato acquistato dal Bayern Monaco per 26 milioni di euro più 4 di bonus, e nel 2015 ha vinto subito il suo primo campionato tedesco. Il contratto di Mehdi Benatia scadrebbe nel 2019 e, secondo le ultime voci di mercato, la prossima estate il difensore potrebbe andare in prestito alla Juventus. È risaputo che i bianconeri stanno cercando un difensore e che avevano messo gli occhi su Mehdi Benatia già la scorsa stagione. Da parte tedesca bisogna considerare che ha passato buona parte del campionato in infermeria e non rientrerebbe più nei piani dell’allenatore Josep Guardiola.

La busta paga di Mehdi Benatia era finita sui social

Il capitano del Marocco piace molto a Giuseppe Marotta, ma le cifre per il momento sono piuttosto elevate considerando che il calciatore è molto spesso infortunato. Benatia guadagna 176.000 euro netti al mese e sarebbe disponibile anche ridursi il cospicuo stipendio. La sua paga è cosa certa, perché a gennaio in rete era finita la sua busta paga, con tanto di numero di conto corrente e dati sensibili. Il fatto è successo durante il ritiro invernale del Bayern Monaco a Doha e gli inquirenti si sono messi subito al lavoro per scoprire chi abbia così pesantemente violato la privacy del giocatore. La busta paga è stata fotografata nella macchina di Mehdi Benatia senza bisogno di forzarla e c’è da chiedersi come mai si trovasse così in bella vista. Comunque qualcuno ha pensato bene di rubare uno scatto e diffonderlo tra i suoi amici di WhatsApp e Benatia è finito nell’occhio del ciclone per uno stipendio considerato troppo elevato in rapporto alle sue prestazioni. Il Bayern Monaco ha deciso di spedire direttamente a casa dei giocatori la busta paga, per evitare che episodi simili si ripetano in futuro. Era capitato anche a Vidal di lasciare la busta paga incustodita nello spogliatoio e non è una cosa simpatica per la privacy delle persone che il proprio stipendio sia reso di pubblico dominio.

  •   
  •  
  •  
  •