Mercato Inter: per Candreva diventano sacrificabili Ljajic e Jovetic

Pubblicato il autore: Giuseppe Buonadonna Segui

Candreva

Ritorna un vecchio nome per il mercato dell’Inter e per Roberto Mancini: si tratta di Antonio Candreva che più volte è stato seguito dalla società nerazzurra anche nelle scorse sessioni di mercato, ma non se ne fece niente perchè le richieste del presidente della Lazio, Claudio Lotito si aggiravano intorno ai 30 milioni di euro.
A fine stagione però, l’Inter ritornerà con ogni probabilità sul numero 7 biancoceleste in quanto il prezzo del cartellino potrebbe scendere visto che il giocatore compirà 30 anni ed il contratto scaderà nel 2019. Gli uomini di mercato nerazzurri quindi, useranno queste “scuse” per tentar di far scendere le richieste del numero uno della Lazio per lo meno per una cifra vicina ai 20 milioni di euro. Ausilio opterà per la classica formula che ha utilizzato anche per gli acquisti di Eder e Miranda: un prestito biennale con obbligo di riscatto se si raggiungerà un obiettivo prefissato, per poi pagare il giocatore con una somma dilazionata in più anni.
Ovviamente tutto sarebbe più semplice se l’Inter dovesse raggiungere il terzo posto e quindi un posto per la prossima Champions League, ottenendo cosi 50 milioni per la sola qualificazione, che saranno spesi per il mercato; in caso contrario, ovvero la squadra di Mancini dovesse fallire il raggiungimento del terzo posto, per l’acquisto di Candreva potrebbero essere sacrificati alcuni giocatori: Ljajic o Jovetic su tutti. Il riscatto dei due giocatori slavi non è bassissimo, e soprattutto il montenegrino non ha rispettato le aspettative di inizio stagione, quindi l’Inter potrebbe fare un pensierino di cederlo, in stile Shaqiri: prima riscattarlo dal Manchester City, poi venderlo ad acquirenti che offrirebbero cifre vicine a quelle del riscatto. La situazione per Ljajic invece è più semplice, perchè i nerazzurri dovranno solo decidere se riscattarlo o meno dalla Roma. Ma per la trattativa che porterebbe Candreva a vestire la maglia dell’Inter potrebbero essere inseriti anche Santon e Ranocchia, il quale se non sarà riscattato dalla Sampdoria tornerà a Milano pronto per partire nuovamente.
Tutto è da decidere: quello che conta principalmente è la volontà del centrocampista della nazionale il quale a fine stagione avrà un colloquio con il suo presidente Lotito per parlare del futuro.

  •   
  •  
  •  
  •