Mercato Inter, senza terzo posto ecco chi può partire…

Pubblicato il autore: Giuseppe Buonadonna Segui

STADIO GIUSEPPE MEAZZA, MILAN, ITALY - 2015/11/22: Marcelo Brozovic celebrates after scoring during the Serie A match between FC Internazionale and Frosinone Calcio. FC Internazionale go top after winning the match versus Frosinone Calcio. The final result is 4-0. Jonathan Biabiany, Mauro Icardi, Jeison Murillo and Marcelo Brozovic are the scorers. (Photo by Nicolò Campo/Pacific Press/LightRocket via Getty Images)

Il campionato è quasi finito, e le voci di mercato cominciano a farsi più insistenti, non solo quelle che riguardano i calciatore ma soprattutto quelle sugli allenatori. Uno di questi è Roberto Mancini, il quale non ha ancora sciolto i dubbi sul suo futuro: il tecnico di Jesi infatti non sa se continuare ad allenare l’Inter con cui ha iniziato un progetto a lungo termine, o lasciare nuovamente l’Italia (anche se il ruolo del nuovo ct azzurro è ancora da decidere) e allenare all’estero.
Mancio è l’allenatore dell’Inter e, come ha detto lui stesso, ha sposato il progetto e resterà – ha detto il club manager nerazzurro, Dejan Stankovic a Sportmediaset – poi però nella vita non si sa mai quello che può succedere domani, al momento lui è il nostro mister e in lui crediamo“.
Quello che è certo è che il futuro non solo di Mancini ma anche di molti giocatori nerazzurri dipende dalla posizione che raggiungerà la squadra in campionato, cioè quindi dal raggiungimento del terzo posto e di un posto per la prossima Champions League: se questo dovesse accadere è chiaro che il mister ha più possibilità di rimanere a Milano, ma se l’obiettivo prefissato ad inizio stagione non dovesse essere raggiunto, anche i giocatori di maggior talento potrebbero essere sacrificati.
Icardi e Brozovic sono i maggior esempi di calciatori che sono stati valutati al massimo da Roberto Mancini: il croato pagato 8 milioni, potrebbe essere ceduto in estate per una cifra intorno ai 25 milioni (valore triplicato rispetto allo scorso anno), il capitano invece, che piace molto ad Atletico Madrid, Psg e Manchester United ora vale quasi 40 milioni.
Perisic, che interessa al nuovo Chelsea di Conte, comprato per una cifra vicina ai 20 milioni, sarò valutato 30; per Murillo che molto bene ha fatto questa stagione, non saranno ascoltate offerte inferiori ai 20 milioni di euro, così come per Medel e Handanovic i cui valori sono maggiori quando sono stati acquistati dall’Inter.
L’unico giocatore che attualmente vale meno del suo prezzo del cartellino della scorsa sessione di mercato sembra essere il francese Geoffrey Kondongbia, acquistato per una cifra vicina ai 40 milioni, ora difficilmente una squadra sarà disposta a versare tale cifra per acquistarlo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Champions League, Inter: ecco le combinazioni per qualificarsi agli ottavi
Tags: