Mercato Milan: Witsel come Tevez? La Juve pensa allo “sgarbo”

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
MilanQualche stagione fa toccò a Carlos Tevez. La prossima estate potrebbe essere il centrocampista belga Axel Witsel a ripercorrere le “tappe” della telenovela che si concluse con l’approdo dell’attaccante argentino alla Juventus, con buona pace di Galliani e della foto che aveva sancito un accordo qualche settimana dopo completamente ribaltato dall’esito degli eventi. Witsel, in forza allo Zenit San Pietroburgo, è diventato l’obiettivo numero uno per il centrocampo della Juventus indipendentemente da quello che sarà il futuro di Paul Pogba. Il 27enne belga è uno dei pallini del tecnico bianconero Massimiliano Allegri e la società ha deciso di puntare il centrocampista per la prossima estate. E’ stato lo stesso Witsel nei giorni scorsi a gettare l’amo annunciando di voler cambiare squadra nonostante un contratto fino al 2017 con la società russa. L’annuncio del centrocampista ha ovviamente alimentato gli appetiti delle società che da tempo seguono proprio Witsel. Tra queste vi è il Milan che già la scorsa estate aveva cercato un approccio con lo Zenit per provare a strappare ai russi il talentuoso centrocampista belga. Lo scorso anno i rossoneri dovettero fare i conti con le richieste esose del club russo e l’obiettivo venne messo da parte. Ma l’interesse del Milan nei confronti del belga rimane molto vivo ed anche per la prossima estate Witsel è considerato tra gli obiettivi numero uno del club rossonero. In questo scenario l’affondo della Juventus rappresenterebbe una sorta di ” affare Tevez 2″ con la società bianconera pronta a strappare ai rivali rossoneri il 27enne. A favore della Juventus giocano diversi fattori. Innanzitutto quello economico. Witsel è valutato 25 milioni di euro, cifra che la Juventus non avrebbe difficoltà a sborsare a differenza di quanto potrebbe fare invece il Milan che per il belga chiede uno sconto allo Zenit. E poi vi è anche una forte differenza per quanto riguarda il fascino che le due società riscuotono allo stato attuale. La Juventus può mettere sul piatto la partecipazione alla Champions League da protagonista, oltre all’ormai tradizionale predominio in Italia, mentre le ambizioni rossonere di Witsel sarebbero molto meno “importanti” e ad oggi neppure sicure di una presenza nelle prossime competizioni europee.
  •   
  •  
  •  
  •