Morata: “Futuro? Sono felice alla Juve, ma non dipende da me”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone Segui

morata12

Alvaro Morata attaccante bianconero ha rilasciato un’intervista a Cadena Cope dove ha toccato vari argomenti di questo ultimo periodo suo e di cosa sta succedendo nel mondo.

Si parte da quale sarà il suo futuro: “Mi piacerebbe sapere dove giocherò il prossimo anno, ma il mio futuro non dipende da me . Sono felice alla Juve, ma non dipende da me. Non so nemmeno dove mi posso comprare una casa. Tornare al Real Madrid è una possibilità reale, lo dice il contratto. Parlo spesso con Butragueno, svolge un lavoro fondamentale al quale non sempre viene dato valore. Mi manda spesso messaggi quando segno o quando faccio una buona partita”.

Sugli attentati di Bruxelles: “È una tragedia mondiale. Fa male a tutti ed é incredibile che succedano queste cose. Speriamo che finiscano presto, ma noi siamo convinti che all’Europeo saremo protetti. Non credo che saremo più sicuri solo perché siamo calciatori, è un problema di tutti. La cosa che preoccupa di più è che può succedere a chiunque”.

Sulla sfida persa contro il Bayern Monaco: “L’eliminazione fa ancora male e lo farà per tutta la vita. È incomprensibile come siamo stati eliminati, eravamo avanti 2-0 e alla fine abbiamo perso. Stavo bene quando il tecnico mi ha sostituito, ma evidentemente ha pensato che fosse la cosa migliore per la squadra, Mi ha fatto davvero male perdere quella partita”.

Sull’esperienza in Italia fin qui: “Il mio corpo è cambiato molto da quando sono alla Juve. In Italia ci alleniamo molto fisicamente. Tevez mi aveva detto che dopo aver giocato in Italia puoi giocare in qualunque campionato. Quando prendi la palla hai sempre 2-3 difensori addosso. Buffon? È un grande come persona e come giocatore. È bello sapere che potrò raccontare ai miei nipoti di aver giocato con i due portieri più forti della storia. Sarebbe bello segnargli giovedì. Pogba è mio amico, se si allena e ha la testa giusta può essere il migliore del mondo. Sono convinto che prima o poi finirà tra i tre migliori al mondo. Dybala è un grande giocatore, è bello vederlo giocare. Nel mondo del calcio può fare quello che vuole e giocare dove vuole”.

  •   
  •  
  •  
  •