Palermo, Zamparini non trova pace: via Iachini, torna Ballardini?

Pubblicato il autore: Gianluca Pirovano Segui

“Il modo di giocare di Iachini non lo approvo in maniera assoluta” aveva tuonato nel post-partita di Palermo-Inter il presidente rosanero Zamparini e pare che siano proprio queste parole alla base dell’ennesima bufera in casa Palermo. Si è rotta infatti la tregua che durava da tre settimane fra l’industriale veneto ed il tecnico marchigiano. A Zamparini non piace l’atteggiamento dato da Iachini alla squadra, troppo rinunciatario a suo giudizio, e non ha digerito la mancata convocazione di Trajkovski nella trasferta milanese. Per questo motivo lo stesso Zamparini, giunto a Palermo in mattinata, ha convocato i giocatori negli uffici della società tastando il polso dello spogliatoio. Verso le 14 ha poi incontrato il tecnico con il quale si è intrattenuto per più di un’ora.

maurizio-zamparini-giuseppe-iachini-palermo_aak099uy16hp1ih5ntr7lyqyt

La situazione- Certo è che la situazione dei siciliani non è facile. Un solo punto di vantaggio sulla zona retrocessione rappresentata dal Frosinone ed una squadra che fatica a trovare la propria dimensione. L’ultima vittoria risale ormai al 24 Gennaio, in casa contro l’Udinese, quando ancora sedeva sulla panchina Bosi. Al termine dell’incontro Iachini, un punto in tre partite dopo il suo ritorno, ha dichiarato: “Non ho niente da dire perchè non ho argomenti. Ora vado al campo ad allenare”. Zamparini invece, lasciato il Barbera qualche minuto dopo, ha risposto alle domande dei cronisti con un lapidario “Iachini è l’allenatore del Palermo”. Restano però aperti tutti gli scenari possibili. Con ogni probabilità Iachini dirigerà la squadra fino alla gara casalinga con il Napoli e proseguiranno i tentativi di mediazione fra le parti.
Il ritorno di Ballardini- L’idea balenata nella testa del patron rosanero sarebbe quella di un clamoroso ritorno di Ballardini, esonerato dalla squadra il 10 gennaio scorso dopo la vittoria di Verona. Questa scelta però aprirebbe con ogni probabilità due nuovi fronti di crisi. Da un lato i tifosi, che stanno con Iachini e già oggi hanno contestato il presidente all’esterno dello stadio. Dall’altro lo spogliatoio ed in particolare Sorrentino, Maresca e Vitiello, ritenuti vicini a Iachini e soprattutto in aperto contrasto con il tecnico prediletto da Zamparini. Durante la seduta pomeridiana a Boccadifalco Zamaparini ha riunito insieme squadra e staff tecnico ma non sono emerse ulteriori novità. Non resta che attendere quindi, per quello che potrebbe essere l’ottavo avvicendamento di questa stagione sulla panchina siciliana e l’esonero numero 59 della turbolenta storia del più noto “mangia allenatori” italiano.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Fiorentina, a gennaio all-in su Caicedo per Prandelli