Per Sabatini si aggiunge il Milan, lo vuole il patron Berlusconi

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
SabatiniNella maggior parte delle società calcistiche, di ogni livello ed di ogni categoria, rappresenta una delle cariche più ambite ed importanti. Passano,infatti, dalle scelte del Direttore Sportivo la maggior parte delle scelte di carattere tecnico che influenzano il mercato e quindi anche l’andamento delle squadre. L’importanza di avere nella dirigenza una figura competente che possa definire le strategie di mercato sembra invece non essere stata, negli ultimi trent’anni, molto sentita in casa Milan. Andando a dare un’occhiata all’organigramma societario consultabile sul sito ufficiale della società rossonera si può facilmente notare come non esiste neppure la voce ” Direttore Sportivo” tra tutte quelle elencate.
Presidente Onorario Silvio Berlusconi
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Presidente
VIce Presidente Vicario e Amministratore Delegato Adriano Galliani
VIce Presidente e Amministratore Delegato Barbara Berlusconi
Vice Presidente Paolo Berlusconi
Consiglieri Pasquale Cannatelli
Leandro Cantamessa
Alfonso Cefaliello
Giancarlo Foscale
Antonio Marchesi
Consigliere Incaricato al Controllo Leonardo Brivio
Segretario del C.d.A. Rolando Vitrò
Leggi anche:  Milan su Thauvin, Maldini: "Giocatore che va seguito, economicamente interessante"
ORGANIGRAMMA
AREA DIREZIONE SPORTIVA
Direttore Organizzazione Sportiva Umberto Gandini
Team Manager Vittorio Mentana
Responsabile Milan Lab – Area Sportiva Daniele Tognaccini
Responsabile Comunicazione Sportiva Giuseppe Sapienza
Responsabile Tecnico Attività agonistica Settore Giovanile Filippo Galli
Responsabile tecnico attività di base e scouting Mauro Bianchessi
Responsabile Coordinamento Operativo Settore Giovanile Antonella Costa
AREA DIREZIONE GENERALE
Direttore Comunicazione Istituzionale Massimo Zennaro
Direttore Compliance & Security e Affari legali Filippo Ferri
Direttore Commerciale Jaap Kalma
Direttore Generale Operations & progetti Speciali Elisabetta Ubertini
Direttore Development & Operatività Stadio Alfonso Cefaliello
Staff Tecnico Prima Squadra Vedi
L’ ” anomalia” rossonera è figlia della presenza di Adriano Galliani che è stato per decenni , ed è tuttora, il deus ex machina delle operazioni di mercato della società rossonera. Pur non rivestendo il ruolo di Direttore Sportivo il pluridecorato dirigente rossonero ha svolto questo incarico, investito direttamente dal presidente Silvio Berlusconi. Le delusioni degli ultimi anni, però, unite anche a qualche lacerazione nei rapporti Berlusconi – Galliani ( legati all’inserimento in società della figlia del patron rossonero, Barbara) starebbero spingendo il presidente del Milan a cambiare rotta affidandosi ad un Direttore Sportivo di navigata esperienza e di grande competenza. Walter Sabatini, in uscita da Roma che lascerà dopo cinque anni, è il nome che Berlusconi avrebbe scelto per ricostruire il Milan dopo le ultime delusioni di mercato e di risultati degli ultimi anni.  La figura dell’attuale Direttore Sportivo dimissionario della Roma rappresenta il profilo ideale per la ricostruzione del Milan, abbinando grande conoscenza del mercato nazionale ed internazionale e fiuto per gli affari ( proprio al Milan si ricorderanno i 30 milioni pagati per Romagnoli e gli oltre 20 per Bertolacci….). L’arrivo di Sabatini al Milan è legato alla capacità che avrà Berlusconi di convincere proprio il Direttore Sportivo della Roma sul quale si è fatto avanti con decisione anche il Bologna. L’operazione Sabatini sarebbe avallata da Barbara Berlusconi mentre Adriano Galliani andrebbe verso un notevole ridimensionamento del proprio ruolo in seno alla società, se non altro dal punto di vista delle scelte di mercato.
  •   
  •  
  •  
  •