Real, Allegri per il dopo Zidane

Pubblicato il autore: Antonio Orlando Segui


Il futuro di Allegri continua a tenere banco sulle pagine dei quotidiani sportivi italiani. Non sono pochi i club che hanno bussato alla porta dei bianconeri per corteggiare il tecnico della Juve. Respinti inizialmente gli assalti del Manchester United, che poi ha virato su Mourinho e del Chelsea che poi ha scelto Conte, la Juventus è stata nuovamente ricontattata; questa volta da una società spagnola: il Real Madrid. Ebbene si, anche ai blancos piace Max Allegri, ma soprattutto a Florentino Perez, presidente del Real Madrid, che sarebbe disposto a spendere una cifra importante per strappare il toscano ai bianconeri. D’altronde Zidane non è riuscito a entrare nelle grazie dei tifosi e, dopo la sconfitta in casa nel derby contro l’Atletico Madrid, la piazza madrilena ha già invocato l’esonero.

Il corteggiamento del Real nei confronti di Max Allegri arriva in una fase delicata. D’altronde a quale allenatore non farebbe piacere ricevere apprezzamenti sul suo operato da parte dei più grandi club del mondo. Ma la Juventus ha ancora molti obbiettivi da raggiungere in questa stagione e il tecnico è il primo a volerli perseguire. I bianconeri, infatti, stasera affronteranno la semifinale di ritorno di Coppa Italia contro l’Inter e, in virtù del risultato dell’andata (3-0 per la Juve), il biglietto per la finale dell’Olimpico sembra quasi pronto. Poi c’è il ritorno di Champions a casa del Bayern Monaco: la Juve, con il 2-2 dell’andata è costretta a vincere e non sarà facile in casa dei bavaresi. E infine il campionato che al momento è guidato proprio dai bianconeri, i quali si trovano a +3 dal Napoli. Ma la corsa è ancora lunga.

Leggi anche:  Serie D, Maicon (ex Inter) torna a giocare nei dilettanti?

In questa fase delicata, la dirigenza della Juventus sta affrontando la questione rinnovo: il club è orientato a continuare il suo cammino con accanto l’attuale allenatore, Allegri appunto, il quale, seppur stuzzicato da un’avventura all’estero, al momento da priorità alla proposta contrattuale che la Juventus gli presenterà. Beppe Marotta è stato molto chiaro sull’argomento: “Allegri ha un altro anno di contratto con la Juve, ma non credo che inizierà la prossima stagione senza aver rinnovato”. La Juventus ha messo sul piatto una proposta economica notevole: un’intesa fino al 2018 con uno stipendio di 4,7 milioni netti a stagione. Per intendersi, è quasi il doppio di quanto guadagna adesso il livornese (2,4 milioni netti a stagione più bonus). Insomma, il rinnovo contrattuale potrebbe essere soddisfacente sia per Allegri che per la Juventus. Ma entrambe le parti sanno che non è il momento opportuno per discutere di cifre dal momento che i risultati sul campo sono, per il momento, la priorità.

Leggi anche:  Infortunio Demiral, brutta tegola per la Juventus in vista della sfida al Ferencvaros

L’offerta del Real, invece, è tipica del club madrileno: irrifiutabile. Contratto triennale da 7 milioni di euro a stagione ai quali bisogna aggiungere i premi di rendimento. Un’offerta che il tecnico non può non tenere in considerazione, ma che farà discutere qualora gliene desse troppa. Anche perché dopo le prime critiche affibbiate al livornese per aver sostituito Conte, i tifosi bianconeri hanno apprezzato sempre di più Allegri. E ora sostituirlo è l’ultima cosa che si aspettano dal club visti i recenti successi. Sul fronte Real, potremmo dire che Perez è un appassionato dell’Italia e del campionato italiano; infatti dopo aver ingaggiato Ancelotti, l’uomo della decima Champions League, e poi Benitez ex Napoli, ora punta su Allegri.

  •   
  •  
  •  
  •