Totti e Roma lontanissimi, e l’America chiama il Pupone…

Pubblicato il autore: Gianluca Cedolin Segui

Totti
Il calcio italiano si prepara ad ammainare la sua ultima bandiera. Francesco Totti, romano e romanista, oltre venticinque anni in giallorosso, di cui quasi venti da capitano. L’uomo del popolo, l’ottavo re di Roma, recordman di gol e presenze con la Lupa (594 partite e 244 reti), potrebbe non terminare la sua carriera allo Stadio Olimpico.
Prima la lite con Spalletti, che sembrerebbe rientrata, poi la frattura quasi insanabile con l’attuale dirigenza, stanno spingendo Totti a pensare di terminare la carriera lontano dalla Capitale, probabilmente oltreoceano. Il Pupone, nonostante i quasi quarant’anni, si sente ancora un calciatore e l’anno prossimo vuole giocare ancora: non è della stessa idea il presidente della Roma James Pallotta, che ha auspicato per Totti un ritiro immediato e un lungo futuro da dirigente all’ombra del Colosseo. Delle dichiarazioni che il Bimbo de Oro sta facendo molta fatica a digerire.

Per Totti la Roma resta ovviamente la prima scelta ma, qualora il Capitano dovesse capire di non rientrare nel progetto per la prossima stagione, ecco che potrebbe profilarsi per lui un clamoroso addio alla fine di questa stagione. Fuori dall’Europa Totti ha diversi estimatori, soprattutto in America. I Los Angeles Galaxy di Steven Gerrard e Nigel De Jong farebbero carte false per aggiudicarsi le prestazioni del numero 10 campione del mondo. Anche l’amico Alessandro Nesta tuttavia sarebbe molto contento di abbracciare l’ex compagno di nazionale a Miami, nella seconda divisione americana, nella squadra che il difensore di Lazio e Milan allena dalla scorsa estate (e della quale Paolo Maldini è co-fondatore e presidente).

Tutta la Roma giallorossa si augura che le parti giungano presto a un accordo, ma quello che è certo è che salvo imprevisti Francesco Totti, che di recente è diventato papà per la terza volta, l’anno prossimo continuerà a calpestare il rettangolo di gioco, e si spera a deliziarci con i suoi colpi di classe. Resta da capire se lo farà ancora con la sua Roma: James, sei sicuro di voler far fare a Francesco la stessa fine che gli Agnelli hanno fatto fare ad Alessandro Del Piero e i tifosi del Milan a Paolo Maldini?

  •   
  •  
  •  
  •