Udinese, Pozzo: “Sappiamo scegliere bene i giovani. Per Zielinski richieste dalla Premier”

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui

Italian Soccer Serie A - Milan vs Empoli - Milano - San Siro Stadium - 29/08/2015 Piotr Zielinski - empoli - fotografo: Fabrizio Forte

Nonostante la vittoria sul Verona di domenica scorsa abbia scacciato i fantasmi della retrocessione, in casa Udinese la sensazione è quella di vivere una stagione non all’altezza di quelle precedenti che hanno visto la squadra bianconera arrivare sempre nelle prime posizioni di classifica.
Non è bastato anche un movimentato mercato invernale per smuovere la classifica dei friulani, che si sono rivelati comunque particolarmente attivi, come spiega Gino Pozzo, responsabile del mercato, alla ‘Gazzetta dello Sport’:
Sono tanti anni che compiamo un ottimo lavoro di scouting e concludiamo parecchie operazioni. Ultimamente abbiamo speso circa quaranta milioni di euro: abbiamo acquistato Matos, Samir è un difensore di prospettiva, Balic è stato un investimento fortemente voluto, e Iniguez farà presto parlare di se. Poi abbiamo giocatori in prestito che stanno facendo bene, come Jankto all’Ascoli e Verre al Pescara. Speriamo di salvarci presto cosi possiamo lasciare più spazio per i nostri giovani. Possono criticarci su tante cose, ma qui all’Udinese i giocatori li sappiamo scegliere”.
Poi Pozzo si sofferma su un calciatore di proprietà dei bianconeri che a gennaio ha ricevuto parecchie richieste dall’estero: “Zielinski ce lo hanno chiesto in tanti a gennaio, abbiamo ricevuto richieste dall’Italia e dalla Premier League. E’ esploso ad Empoli, magari qui da noi non avrebbe trovato spazio come successo in passato per calciatori come Candreva e Cuadrado. Ogni situazione è diversa, Badu invece è rimasto e ora è un giocatore importante. Zuvata l’abbiamo preso dal Napoli con un prestito biennale, se il Napoli lo rivuole deve pagare una penale”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Lazio Yazici, il turco del Lille che fece tripletta al Milan piace molto a Tare
Tags: