Boateng: voglia di America? Nocerino: “Ti aspettiamo”

Pubblicato il autore: Paolo Bellosta Segui

BoatengMilan2013
Boateng negli Usa?
L’esperienza rossonera sembra volgere al termine, pochi i minuti giocati in questa seconda parte di stagione. Il Boa reclama spazia ma in Europa non sembra esserci più posto per lui, per questo ora spunta una nuova ipotesi: un futuro nella Mls.
A quanto emerge dalle indiscrezioni riportate da Fantagazzetta, la colonia di ex rossoneri all’Orlando City potrebbe essere destinata ad aumentare nuovamente. Non solo Kakà e Nocerino, ora anche Prince Boateng è vicinissimo all’ingaggio in America.
Antonio Nocerino ha apprezzato molto l’interessamento del Boa, l’ex centrocampista del Milan, trasferitosi negli States per raggiungere l’amico Kakà in Florida, ha dichiarato di trovarsi benissimo in America.
L’ex mediano del Milan ha di fatto invitato Kevin-Prince Boateng a unirsi ai vecchi compagni durante un’intervista a mlssocceritalia.com: “Lui sta bene al Milan, me lo ha confidato lui stesso. Ci sentiamo spesso, siamo rimasti in contatto, io spero che un giorno possa venire in MLS: la Lega ha bisogno di giocatori fortissimi come lui. Il nostro campionato sta crescendo tanto, sono sempre di più i giocatori che scelgono l’opzione americana. Gli auguro di provare questa esperienza un giorno, la consiglierei a chiunque, specie a un amico come Prince”.

Leggi anche:  Serie A femminile: la nuova stagione parte il 29 agosto

Lui intanto si trova benissimo: “Orlando è una grande famiglia, accoglie tutti a braccia aperte: è davvero tutto fantastico qui. All’inizio non ero sicuro di questa scelta, le paure sono sempre tante quando decidi di fare un salto del genere.
Ora però posso dire di essere più che soddisfatto, spero di chiudere qui la mia carriera. Giocherò altri 4 anni, mi sento davvero bene, sia fisicamente che mentalmente. Io e Kakà siamo felici di essere arrivati in questo club, se Boateng decidesse di raggiungerci, saremmo davvero contenti
”.
Infine un commento sul Milan. Brocchi mi sembra la persona adatta per la squadra, purtroppo la società rossonera sta vivendo un periodo complesso e non sarà facile tornare in alto. Ci vuole programmazione e tanta, tanta pazienza, la Juve è un esempio. Dieci anni fa tornavano in Serie A, ora stanno per festeggiare il quinto scudetto consecutivo: se lavori bene e credi in quello che fai, i risultati non possono che arrivare.” 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: