Calciomercato, il Chelsea offre 35 milioni per Nainggolan: la Roma rilancia

Pubblicato il autore: Lorenzo Matricardi Segui
Nainggolan
In casa Roma sono tre i nomi che infiammano il mercato in uscita: Pjanic, Manolas e Nainggolan. Se per il bosniaco il presidente James Pallotta è stato chiaro – blindando il numero 15 con dichiarazioni più che mai decise – e per Manolas le pista di mercato si sono decisamente raffreddate dopo che Football Leaks ha pubblicato il contratto del greco svelando la clausola che garantirebbe all’Olympiacos il 50% dei proventi di un’eventuale cessione, della lista non resta che Nainggolan. Ed è proprio lui il nome che impazza in questi giorni sui rotocalchi. Perché Antonio Conte, nuovo tecnico del Chelsea, lo ha ufficialmente messo in cima alla lista delle sue preferenze in vista della sessione estiva di calciomercato.

Nonostante da Trigoria si siano affrettati a smentire una spedizione di Walter Sabatini a Londra, alcune indiscrezioni hanno rivelato di un incontro del ds giallorosso con l’entourage dei Blues. Qualcuno ha ipotizzato che, vista anche la presenza dell’agente di Salah (Ramy Abbas), Sabatini si fosse recato in Inghilterra solo per rinegoziare alcune rate del pagamento dell’egiziano, acquistato nell’estate 2015. Ma in questo caso sarebbe poco verosimile che a portare avanti questa trattativa non sia andato il direttore generale Mauro Baldissoni, che parla inglese molto meglio di Sabatini e ricopre un ruolo sicuramente più idoneo a una trattativa di questo genere. Più verosimile dunque che il viaggio del ds sia dovuto all’interesse del Chelsea per Nainggolan.

Leggi anche:  Il pacchetto difensivo per l'Inter di Inzaghi è quasi pronto
Tra l’altro è noto come l’avvocato Abbas abbia un mandato per trattare alcuni giocatori della Roma in Inghilterra, e tra questi c’è anche Nainggolan. Stando a quanto riportato da molte testate giornalistiche l’offerta dei Blues per il Ninja sarebbe fissata a 35 milioni di euro, ma la Roma ne avrebbe chiesti almeno 45. Non è da escludersi, nel caso la trattativa dovesse davvero proseguire, l’inserimento di alcune contropartite tecniche. I nomi più caldi in questo senso sono quelli di Ivanovic e dei giovanissimi Loftus-Cheek, Solanke e Christensen. Non è nemmeno da escludere la possibilità che la Roma riesca a strappare uno sconto sulle rate future del pagamento di Salah. Dal canto suo Nainggolan nei giorni scorsi aveva dichiarato: “Io a Roma sto bene e comunque non ho ancora sentito nessuno”.

Leggi anche:  Donnarumma-Psg: è quasi fatta
Dichiarazioni che tranquillizzano senz’altro i tifosi, a che non chiudono totalmente alla possibilità di una cessione futura. D’altronde Conte stravede per il belga e si sa che la Roma dovrà vendere un big entro il 30 giugno per far quadrare i conti. Una cessione a queste cifre, inoltre, permetterebbe alla Roma di generare un’importante plusvalenza, visto che Nainggolan è stato messo a bilancio il 30 giugno 2015 per 13,3 milioni (18 milioni il costo totale del cartellino, stando ai comunicati ufficiali). Un’ipotesi più rassicurante è invece quella proposta dalla Gazzetta dello Sport, per cui il viaggio di Sabatini a Londra non sarebbe dovuto a trattative per giocatori della Roma, ma piuttosto a parlare di un suo eventuale futuro londinese. Il ds giallorosso a fine stagione lascerà la capitale e Conte non ha mai negato che lavorare con lui sarebbe un’ipotesi di suo gradimento. Purtroppo però, con ogni probabilità, sarà il tempo a rivelare il reale motivo di questo viaggio a Londra.
  •   
  •  
  •  
  •