Calciomercato Roma: tutti i nomi sull’agenda di Sabatini

Pubblicato il autore: alessandro oricchio Segui

182055586-f65af5af-7a10-40b8-bd0c-9548c2d7b201

L’arrivo di Luciano Spalletti sulla panchina della Roma non solo ha rivoluzionato la classifica dei giallorossi, ma è stato anche decisivo nel ripristinare un clima più sereno all’interno di Trigoria. L’ex allenatore dello Zenit, tuttavia, non si accontenta e sta già lavorando insieme a Walter Sabatini sul programma della prossima stagione per puntellare una squadra che, se migliorata in alcuni ruoli, può ambire a traguardi più alti rispetto a quelli ottenuti in questa stagione.  Sabatini, il cui addio in estate sembra essere sempre più in dubbio, ha segnato sulla sua agenda diversi nomi che potrebbero fare al caso della Roma. Andiamo a vedere di chi si tratta.

Difesa

Tutto dipenderà dai riscatti di Rudiger e Digne: per il difensore della nazionale tedesca lo Stoccarda chiede 9 milioni di euro e, viste le ultime prestazioni del ragazzo, la società giallorossa sembra essere intenzionata a riscattarlo. Discorso simile per il francese: il prezzo fissato dal Psg è altissimo, Sabatini vorrebbe tenerlo ma sborsando meno della metà di quello chiesto dalla società parigina (circa 8-9 milioni l’offerta giallorossa). Scontata la partenza di Emerson Palmieri e l’addio di Maicon a fine stagione, così come sembra essere piuttosto in bilico la posizione di Torosidis: la Roma, pertanto, dovrà rinnovare il parco terzini e, oltre alla conferma di Digne e Florenzi, i nomi più caldi sembrano essere quelli di Ansaldi del Genoa e Van der Wiel del Psg, quest’ultimo in scadenza di contratto e pertanto a costo 0. Ipotesi Criscito, anche se il costo del cartellino dell’italiano sembra piuttosto alto.
Più complicato il discorso per il reparto centrale: la Roma sembra aver rispedito al mittente le offerte per Manolas, ritenuto incedibile da Spalletti. Il greco e Rudiger sono le due certezze della Roma del prossimo anno, ma servirà testare le condizioni di Castan per capire se intervenire in un reparto che in questa stagione ha dimostrato di essere piuttosto scoperto. Da valutare Gyomber e Zukanovic, con quest’ultimo che ben ha impressionato Luciano Spalletti. Infine la questione portiere: Alisson sembra aver firmato per i giallorossi, che però vorrebbero rinnovare il prestito di Sczcesny per un altro anno, viste le ottime prestazioni del portiere polacco. Tuttavia serve l’ok dell’Arsenal, la cui intenzione sembra essere quella di riportare il numero uno a Londra. De Sanctis, invece, dovrebbe rimanere a Roma per un’altra stagione.

Leggi anche:  Arriva la bomba: "Cavani è infelice". Ecco le tre squadre su di lui

Centrocampo

Pjanic e Nainggolan. Dipenderà tutto da loro. Perché su questi due giocatori è forte l’interesse rispettivamente di Psg e Chelsea, pronti a offrire cifre astronomiche per assicurarsi le prestazioni dei due centrocampisti giallorossi. La Roma però non vorrebbe privarsene perché, con il reintegro in rosa di Strootman, vuole formare un centrocampo super. Sabatini ha in mente di fare cassa con le cessioni di alcuni giovani come Paredes, Sanabria e Skorupski, con il possibile inserimento di Sadiq nella lista dei possibili partenti: in questo modo Pjanic e Nainggolan sarebbero confermati, anche se la Roma sta seguendo da vicino Tielemans dell’Anderlecht, giocatore giovanissimo che ha stregato Sabatini. Arriverà a giugno Gerson, brasiliano acquistato dalla Roma a gennaio, mentre Keita saluterà i giallorossi a fine stagione. Sull’agenda di Sabatini sono segnati anche i nomi di Jordy Clasie, centrocampista 24enne del Southampthon e quello di Witsel in forza allo Zenit.

Leggi anche:  Arriva la bomba: "Cavani è infelice". Ecco le tre squadre su di lui

Attacco

Il rebus dei rebus: Francesco Totti. Sembra non finire mai la telenovela del rinnovo del Capitano giallorosso, in scadenza di contratto a giugno: probabilmente si arriverà al prolungamento di un altro anno, ma le parti sembrano essere ancora distanti. Sarà confermato El Shaarawy, riscattandolo dal Milan, mentre ci sono ancora alcuni dubbi su Dzeko che, con Spalletti, è riuscito ad andare in gol con molta più frequenza. Torneranno a Trigoria, ma solo di passaggio, Doumbia, Ljajic e Manuel Iturbe, con i quali Walter Sabatini spera di mettere insieme un tesoretto da poter investire sul mercato di riparazione estivo: il prossimo anno la Roma vuole puntare in alto, e sarà fondamentale intervenire con i colpi giusti per puntellare una rosa che, tutto sommato, vanta già giocatori di livello nelle sue fila.

  •   
  •  
  •  
  •