Inter addio Champions: 2 tra Perisic, Murillo e Icardi in partenza

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

interStratosferico Genoa, che privo di Pandev e Burdisso supera l’Inter che dice addio definitivamente a una Champions più sognata che altro, visto che per accedervi si sarebbe dovuto assistere a un crollo della Roma che non vi è stato. Per Gasperini è il modo migliore per far vedere quanto vale a chi lo ha forse prematuramente esonerato, anche se, è il caso di dirlo, l’Inter di Gasperini proprio non brillava, nonostante avesse quasi la completa rosa che partecipò all’anno del triplete.
Il grifone è comunque solidissimo in difesa, capace di rendere vane tutte le offensive nerazzurre, nonostante un attacco stratosferico e strapagato che Mancini aveva a disposizione. Il nuovo re di Milano, Icardi, non ha fatto praticamente nulla ed è stato servito pochissimo. Perisic più impreciso del solito, Palacio poco incisivo anche se molto volenteroso, ed infine Eder, subentrato ma non rilevato, come la totale sua esperienza in nerazzurro che si concluderà presumibilmente a giugno.
Ora la squadra di Mancini è a ben 7 punti dalla Roma che ha trionfato con un grandissimo Totti contro il Torino a 4 giornate dalla fine. Anche se la matematica ancora non condanna i milanesi è la logica a farlo.
Per Thohir era importantissima la qualificazione Champions, obiettivo minimo richiesto a Mancini in virtù del grandissimo esborso economico avvenuto sia la scorsa Estate che lo scorso Inverno, ora l’imperativo è vendere.

Leggi anche:  LIVE - Tutte le ultime notizie di Calciomercato ora per ora

Inter fuori dalla Champions: chi parte?

interLe partenze potrebbero essere diverse, perché i giocatori l’Inter li ha, anche se nessuno sembra averlo capito. La prima partenza sarà quasi sicuramente l’albanese Manaj, stellina dell’Inter Primavera che ha recentemente trionfato in Coppa Italia contro la Juventus, richiesto dagli inglesi dell’Aston Villa, che retrocessi in Championship devono doverosamente tentare subito l’ingresso in Premier League.
Una seconda sicura partenza potrebbe essere rappresentata da Jovetic, mai integrato nel gioco di Mancini, che a questo punto non verrà riscattato e ritornerà al Manchester City, seguito dall’altro prestito, Ljajic, che tornerà alla Roma.
Dalla Sampdoria dovrebbe tornare poi Ronacchia, che sicuramente sarà nuovamente girato ai genovesi, e sempre alla Sampdoria potrebbe tornare Eder, vero e proprio fantasma all’Inter, magari in una trattativa che porterebbe Soriano alla corte di Mancini.
Finite le quasi certezza, si passa ora ai tagli più dolorosi, ovvero Perisic e Murillo, richiestissimi in Spagna e in Inghilterra, sarà per Thohir praticamente impossibile dire di no alle offerte che stanno ormai circolando da tempo nel calciomercato, visti i debiti e il pareggio di bilancio che la società milanese dovrà garantire per potersi iscrivere alla prossima Europa League.
Il difensore e l’esterno sono due dei pupilli del popolo del Meazza, che però ben sa come il mancato accesso in Champions renderà inevitabile la cessione di almeno due dei prezzi pregiati.

Leggi anche:  Mauro Icardi è al centro di uno scambio tra PSG-Juve-Real

Inter fuori dalla Champions: questione Icardiinter

Un ulteriore illustre partenza, anche se recentemente smentita, potrebbe essere quella di Icardi, che potrebbe decidere di approdare a Parigi, dove sostituirebbe Ibrahimovic. Certo l’argentino dopo la sfida vittoriosa contro il napoli aveva dichiarato di voler restare all’Inter, ma questo prima dell’addio alla qualificazione Champions, ora tutto è rimesso in discussione, e il capitano potrebbe così decidere di lasciare Milano per giocare finalmente la massima competizione europea.

  •   
  •  
  •  
  •