Juve: via Morata e Cuadrado, dentro Cavani e Mkhitaryan

Pubblicato il autore: Paolo Bellosta Segui

Edinson Cavani
Lo scudetto è già in cantiere, è un successo da record: il quinto di fila. La Juve però non si ferma, la caccia alla prossima Champions può e deve partire: c’è la consapevolezza, ci sono le potenzialità per crederci. Basta frasi di circostanza.
La Juve sa che la prossima Champions si costruisce in questi mesi, tante le trattative, tante le opzioni. La prerogativa però è una sola: guai a perdere pezzi da novanta. Pogba se ne farà una ragione ma, a meno di un’offerta davvero monstre, resterà. In caso di cessione si proverà a ripetere l’affare Zidane. Il francese era stato ceduto al Real nell’estate del 2002, ma al suo posto sono arrivati tre pezzi da novanta: Nedved, Thuram e Buffon. Insomma tanta, tanta roba.
La filosofia Juve dev’essere questa: evitare di vendere l’argenteria, se poi arrivano offerte da strabuzzare gli occhi, allora l’obiettivo diventa investire al meglio.
I nomi quasi certi di abbandonare la Vecchia Signora paiono due: Cuadrado e Morata. Il primo ha fatto vedere belle cose, il numero di Monaco è ancora negli occhi dei tifosi bianconeri, ma non è una pedina indispensabile per il buon Max. Anche Alvaro sembra vicino ad abbandonare la Juve per tornare alla casa madre, Morata ha classe ma è comunque un giocatore sacrificabile.
Cavani è il primo nome sulla lista di Marotta. I contatti sono già stati avviati la scorsa stagione, il costo del cartellino sarebbe sui 40 milioni, l’ostacolo più grande pare essere l’ingaggio. Lukaku potrebbe essere un’alternativa giovane e valida: ottima la sua stagione inglese all’Everton, Roman ha 23 anni e un ingaggio decisamente inferiore a quello di Cavani: la Juve ci pensa.
A centrocampo si profila un colpo grosso: l’assalto ad André Gomes del Valencia è già partito. L’offerta è sui 20 milioni, la richiesta si aggira sui trenta, si chiuderà a metà strada? In questi giorni arriverà a Torino l’agente del giocatore Jorge Mendes.
In chiave trequartista, la priorità è Mkhitaryan che con l’eventuale ritorno di Gotze al Borussia Dortmund potrebbe fare le valigie in direzione Torino e far contento Allegri che con l’armeno potrebbe passare finalmente al 4-3-1-2.
Tanta la carne al fuoco, tra offerte, cessioni e acquisti, si profila un calciomercato spettacolare per la Juve.

Leggi anche:  Euro2020, per ora comanda la Serie A: 19 gol su 55 arrivano da calciatori "italiani"
  •   
  •  
  •  
  •