Roma, pronti tre nomi per il dopo Dzeko

Pubblicato il autore: massimiliano iollo Segui

roma

Il direttore sportivo dell’ AS Roma Walter Sabatini è già partito alla caccia di un nuovo attaccante da regalare all’ allenatore Luciano Spalletti dopo che “l’esperimento” Edin Dzeko si è alla fine rivelato un mezzo fallimento, avendo l’attaccante bosniaco non affatto convinto nè i tifosi e nè la guida tecnica.

I numerosi, e clamorosi, errori sotto porta denotano una scarsa lucidità dell’ attaccante in zona rete ed una mancanza di carattere nel gestire la famigerata pressione che la piazza romana mette sulla squadra affinchè ottenga i prestigiosi risultati attesi sotto la presidenza James Pallotta.

E’ certo che l’opzione di acquisto che la AS Roma concordò ad inizio stagione col Manchester City non verrà esercitata. Di base ci son già tre nomi sul taccuino del direttore sportivo. Le caratteristiche del perfetto centravanti per la Roma di Luciano Spalletti dovrebbero essere la capacità di rendersi utile in più fasi di gioco, senza tralasciare il killer istinct che fa la differenza tra un buon attaccante ed un attaccante in grado di trascinare la squadra verso la vittoria dello Scudetto.

All’ identikit rispondono al momento tre giocatori di fama europea che stanno vivendo tre momenti differenti. Il primo è Olivier Giroud, francese numero 12 dell’ Arsenal e potenziale titolare della Francia di Didier Deschampes al prossimo Europeo. I rapporti tra l’ ex Montpellier (con cui vinse il titolo prima di passare ai Gunners) ed il manager Arsène Wenger sembrano essere ai minimi storici, per cui non è impossibile che in Estate possa lasciare Londra. La Roma con i Gunners ha da sempre buoni rapporti, rafforzati dall’ accordo con Szczesny. Non dovrebbero servire tanti soldi, visto il contratto in scadenza a Giugno del 2017, per portare nella Capitale l’autore di 20 reti stagioni in Inghilterra e con un procuratore che neanche due mesi fa ha portato alla Roma il brasiliano Gerson.

Il secondo nome è quello di Islam Slimani, algerino dello Sporting Lisbona al momento capocannoniere della Liga Portoghese con 24 reti messe a segno. Meno moderno di Olivier Giroud, Islam Slimani è un attaccante vecchio stampo, uno che galleggia sulla linea del fuorigioco e che fa della grinta e la cattiveria le sue armi migliori quando c’è da sporcare una palla e mandarla in porta. Secondo gli esperti, per portarlo via dall’ Josè Alvalade, la Roma dovrebbe sborsare una cifra che si aggira tra i 15 ed i 18M di euro.

Il più futuribile dei tre è certamente Michy Batshuayi. Il belga, che sin dalla prima ora è stato paragonato al connazionale Romelu Lukaku (attaccante dell’ Everton), ha quest’anno segnato più di venti reti con la maglia del Olimpique Marsiglia con cui gioca come centravanti ombra. Per lui la corsa è molto più ostica, avendo attirato già gli occhi dei top club europei come Liverpool e Borussia Dortmund. Se però vorrà veramente vincere, la proprietà James Pallotta dovrà mettere mano al portafogli e regalare alla piazza di Roma il meritato attaccante dopo una stagiona passata a fantasticare su come sarebbe andata la stagione se avessero avuto in attacco un clinical striker alla Gonzalo Higuain e non il bosniaco Edin Dzeko.

  •   
  •  
  •  
  •