Adem Ljajic e il ritorno a Firenze sempre più probabile

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui
?????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

A volte ritornano. Questo leit-motiv a Firenze sembra essere di casa, almeno per quanto riguarda le ultime stagioni: gli esempi di Toni (2012-2013) e Gilardino (2014-2015) sono eloquenti. Dopo la possibilità ( e questa sarebbe davvero una notizia ) della terza avventura in viola dell’ex giocatore di Milan e Parma e campione del Mondo nel 2006, ora sembra che la società viola sia vicina ad Adem Ljajic, che indossò la maglia viola dal 2010 al 2013 con un bottino di 15 reti in 78 partite di campionato.  Il capriccioso giocatore serbo però salì alla ribalta della cronaca per una lite con Delio Rossi nel maggio 2012, che sfociò in una rissa in panchina. Montella riuscì parzialmente a raddrizzarlo, anche se il giocatore, al termine della prima stagione del mister napoletano venne ceduto alla Roma, dove riuscì a rilanciarsi. Di seguito poi il prestito all’Inter nell’agosto 2015, dove solo a sprazzi ha dimostrato il proprio valore (con tante panchine ). In realtà il serbo poteva arrivare anche prima di approdare all’Inter perchè si pensava potesse essere una contropartita per il caso Salah: così però, come si sa, non è stato.  E a proposito di Roma, il giocatore non rientra nei piani della società per la prossima stagione: il procuratore Ramadani ha inoltre buoni rapporti con la Fiorentina e anche con Pantaleo Corvino, che potrebbe addirittura tornare in società. L’unico problema, peraltro non nuovo quando si parla di Fiorentina, è l’ingaggio: i 3 milioni netti che percepisce sono troppi (accadde lo stesso quando al mercato invernale si parlava di Quagliarella): però, mancando un anno alla scadenza di contratto, non è escluso che ci si possa sedere per una trattativa. Staremo a vedere ma bisogna capire anche quanto Sousa lo gradisca e quanto possa essere utile alla causa viola:se Rossi andrà alla Lazio, Gomez tornerà in Gemania, con la sicura partenza di Babacar e quella possibile di Ilicic, Ljajic potrebbe essere una buona spalla per Kalinic. Ed è un aspetto da non sottovalutare affatto.

MASSIMILIANO GRANATO

Leggi anche:  Inter, piove sul bagnato. Altra mazzata per la società
  •   
  •  
  •  
  •