Allenatore Milan: Brocchi, Giampaolo o Garcia?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

allenatore milanUn mese di maggio caratterizzato dalle attese quello che si sta vivendo in casa rossonera, dalla trattativa in essere tra la cordata cinese e Fininvest a quella per la finale di Coppa Italia con la Juventus, fino al nome dell’allenatore Milan per la prossima stagione. Il destino di Cristian Brocchi è legato a doppio filo all’esito del match di sabato prossimo all’Olimpico contro la Juventus, una sconfitta azzererebbe le speranze dell’attuale allenatore Milan di rimanere sulla panchina rossonera. Anche in caso di vittoria Brocchi non è certo di essere l’allenatore Milan anche nella prossima stagione, visto che le ultime 6 giornate di campionato sono state molto deludenti. Vincenzo Montella resterà l’allenatore della Sampdoria anche il prossimo anno, decisione ufficiale comunicata dal presidente Ferrero dopo un incontro tra le parti. Quindi la candidatura di Montella alla panchina del Milan decade, nonostante resti immutata la stima verso di lui di Berlusconi e Galliani. Con Donadoni che difficilmente lascerà Bologna, i nomi per il prossimo allenatore Milan restano un paio, uno di questi è quello di Marco Giampaolo, sponsorizzatissimo da Arrigo Sacchi, sempre molto ascoltato dai vertici rossoneri. Giampaolo lascerà l’Empoli ed è libero sul mercato, l’ex tecnico di Cagliari e Cesena piace per il suo modo di far giocare le squadre e di far migliorare i giocatori. Giampaolo allenatore Milan sarebbe una scommessa come Sarri al Napoli, ma il lavoro di Sarri al Napoli è stato facilitato anche da un ottimo materiale tecnico a sua disposizione. Come futuro allenatore Milan è spuntato nelle ultime ore il nome di Rudi Garcia, il tecnico francese, esonerato dalla Roma, piace per la sua esperienza internazionale. In caso di qualificazione per l’Europe League, è chiaro che l’allenatore Milan dovrebbe avere quelle esperienza europea per condurre in maniera adeguata la squadra rossonera in un torneo lungo e faticoso come l’Europa League.

Leggi anche:  Il pacchetto difensivo per l'Inter di Inzaghi è quasi pronto

Allenatore Milan, senza i cinesi Berlusconi vuole Brocchi

La sensazione è che per il prossimo allenatore Milan niente venga deciso senza attendere gli sviluppi della trattativa con i cinesi. Cesare Romiti, presidente della fondazione Italia -Cina, ha svelato che il Milan cambierà padrone a breve, ciò comporta che saranno i nuovi vertici rossoneri a decidere chi siederà sulla panchina del Milan il prossimo anno. Dipendesse dal presidente Berlusconi ci sarebbe la conferma di Brocchi, che avrebbe pagato per colpe non sue nel disastroso finale di stagione rossonero. Resta il fatto che, chiunque sia il prossimo allenatore Milan, la squadra rossonera ha bisogno di essere rinforzata in tutti i reparti, perché è difficile fare l’albero senza il legno.

  •   
  •  
  •  
  •