Calcio, Serie A: ecco il Valzer delle panchine che ci accompagnerà in queste settimane

Pubblicato il autore: Simone Satragno Segui

04f8f66e0bcd45193561ec5826d134dc-40460
Il campionato sta per finire e oltre alle manovre di mercato dei calciatori, inizia anche quello delle panchine per gli allenatori. Vediamo squadra per squadra qual è la situazione attuale:

Atalanta: Edy Reja è ai saluti. Prandelli è il grande sogno, con Ventura c’è stato un contatto ma l’attuale allenatore del Toro aspetta la chiamata dell’Italia. L’ex ct è favorito, Rolando Maran è un’alternativa alla stregua di Giuseppe Iachini con cui il club di Percassi ha già avuto un contatto. Attenzione alla sorpresa Massimo Drago, ora a Cesena.
Bologna: Avanti con Roberto Donadoni. La società non ha dubbi: Saputo vuole andare avanti con l’ex commissario tecnico, anche se sarà richiesto probabilmente dal Milan.
Cagliari: Sostituzione in vista malgrado la promozione di Rastelli. Le percentuali di conferma sono basse, l’ex Avellino ha estimatori in B dal Bari e con Gian Piero Gasperini il discorso pare più che avviato.
Carpi: Avanti con Fabrizio Castori. Il tecnico della storica promozione, a meno di clamorosi scossoni, resterà in Emilia anche nell’anno che verrà, sia in A che in cadetteria.
Chievo Verona: Rolando Maran s’incontrerà a breve con la società. La volontà di andare avanti insieme c’è, ma Campedelli non tarperà le ali all’ex Catania se arrivasse una chiamata. Contatto con l’Atalanta, pare sfumata la Fiorentina, Maran piace anche a Udinese e Sampdoria. Per la sostituzione, ballano i nomi di Massimo Rastelli e di Massimo Oddo, oggi a Pescara.
Crotone: Con Ivan Juric destinato al Genoa, il nome più caldo è quello di Roberto Stellone che dovrebbe lasciare il Frosinone a fine stagione dopo la retrocessione in B. Occhio anche a De Zerbi del Foggia e Rastelli del Cagliari. Empoli: Giampaolo potrebbe salutare per andare alla Samp. Per la sostituzione il nome più caldo è quello di Massimo Oddo, sul quale ci sono però anche altre squadre. Tra i vari nomi anche quello di Roberto De Zerbi, ora al Foggia e Drago del Cesena.

Fiorentina: Paulo Sousa ha detto che resterà e la società conferma. Nessun dubbio, fin qui. Ma gli scenari restano comunque mobili in tutta la massima serie (Sousa piace sempre al Milan ed al Porto). Difficile, ma non impossibile, che arrivi un terremoto. Nel caso, idee Maran, Giampaolo e soprattutto Stellone-Pioli.
Genoa: Salutato Gian Piero Gasperini, è pronto l’arrivo dell’ex Ivan Juric dal Crotone. Il tecnico neopromosso avrebbe peraltro già più che un accordo verbale, trovato in quel di Cesena, con il Grifone.
Inter: A meno di terremoti, Roberto Mancini sarà ancora il tecnico nerazzurro. La società non ha messo al vaglio possibili nomi alternativi, certa che il Mancio sarà ancora il tecnico dell’Inter.
Juventus: Avanti con Max Allegri fresco di rinnovo fino al 2018, senza lasciare altro spazio a dubbi.
Lazio: Simone Inzaghi spinge per la conferma alla Lazio e l’ipotesi non è impossibile. Però i biancocelesti hanno altri obiettivi: Mihajlovic è il primo nome, Prandelli l’alternativa.
Milan: Tutto dipenderà da quel che sarà il futuro societario. Prematuro il tempo per fare previsioni ma Vincenzo Montella è il nome più caldo per il futuro. Anche se Sousa della viola piace sempre, a prescindere, mentre ogni domenica che passa per Christian Brocchi le ore sembrano contate. Tra gli altri nomi, c’è anche quello di Manuel Pellegrini, ora al City.

Napoli: Maurizio Sarri si vedrà con De Laurentiis e con Giuntoli. Non ci sono dubbi, anche se è sempre giusto tenere il mirino puntato. Nessuna alternativa valutata, tale è la certezza di andare avanti con l’ex Empoli.
Palermo: fare previsioni con Zamparini è una delle cose più difficili al mondo però ad oggi Davide Ballardini resta al Palermo.
Roma: Luciano Spalletti resta, fino a prova contraria. 99,99%, dunque, è la percentuale di permanenza del tecnico toscano a Roma, anche se il valzer dei direttori sportivi, che include anche Sabatini, può essere molla che farà scattare molti ingranaggi.
Sampdoria: Soprattutto dopo la sconfitta clamorosa nel derby, sarà addio con Vincenzo Montella, diviso tra ipotesi Italia e Milan. Per la sostituzione, in pole c’è Marco Giampaolo ora all’Empoli. Rolando Maran del Chievo Verona è alternativa sensibile, poi i nomi di Stefano Pioli e di Giuseppe Iachini.
Sassuolo: Eusebio Di Francesco è una certezza di questo Sassuolo, così come lo è la sua permanenza in panchina nella stagione ventura.
Torino: Giampiero Ventura resta al Torino al netto delle sirene dell’Italia. Le alternative restano Roberto Stellone, Moreno Longo, Sinisa Mihajlovic, Gian Piero Gasperini ed altri nomi che per adesso Cairo non vuole valutare a fondo, pensando e sperando nella permanenza di Ventura.
Udinese: Difficile che resti Luigi De Canio. Per la successione il nome più caldo è quello di Stefano Pioli, di poco segue Rolando Maran, ora al Chievo Verona.

  •   
  •  
  •  
  •