Calciomercato Juventus: Vrsaljko, Widmer e De Sciglio le alternative a Cuadrado

Pubblicato il autore: romolo simonicca Segui

LAPR1590-kYOH-U130733243826uGG-620x349@Gazzetta-Web_articolo

Il calciomercato Juventus tiene banco anche nella settimana che porterà all’attesissima finale di Coppa Italia che Sabato prossimo all’Olimpico metterà di fronte i campioni d’Italia e il Milan. A destare l’attenzione è la posizione di Juan Cuadrado, arrivato a Torino l’estate scorsa in prestito secco dal Chelsea, giocando un’ottima stagione alla corte di Massimiliano Allegri. L’arrivo di Conte sulla panchina dei londinesi, ha complicato notevolmente i piani di Beppe Marotta. Non è un mistero infatti che al tecnico salentino Cuadrado piaccia e anche parecchio. Si vocifera che il mancato acquisto del colombiano fu tra i motivi del clamoroso divorzio con la Juventus nel luglio del 2014. Ora che Conte ha la possibilità di avere in rosa l’esterno che avrebbe voluto in bianconero tutto lascerebbe presagire un finale scontato: il ritorno in Inghilterra di Cuadrado.
Le speranze della società di Corso Galileo Ferraris sono riposte nella volontà del calciatore, che a quanto si dice preferirebbe continuare a vestire la maglia bianconera anche la prossima stagione dato che al di la della manica non si era ambientato affatto. Proprio per questo Marotta è convinto di poter trattenere Cuadrado magari offrendo al Chelsea Asamoah (anche lui molto gradito a Conte) più una decina di milioni. Si fosse mosso a gennaio, quando sulla panchina dei blues sedeva ancora Mourinho sarebbe stato tutto più facile. In ogni caso le alternative per la fascia destra non mancano.

ALTERNATIVE:
Il mercato italiano offre diversi profili per il ruolo di esterno destro: si parte da quel Šime Vrsaljko, oggetto dei desideri di tutte le big del campionato. Il croato del Sassuolo, classe ’92 costa parecchio, circa 20 milioni e su di lui è forte l’attenzione del Napoli. Nelle ultime settimane pare che anche Marotta abbia chiesto informazioni su di lui, ma il rischio di un asta al rialzo potrebbe portare i bianconeri su altri nomi quali quelli di Widmer e De Sciglio. Il primo, è considerato dagli addetti ai lavori l’erede di Lichsteiner essendone pure connazionale. Anche su di lui il Napoli ha fatto più di un sondaggio e come per Vrsaljko l’investimento sarebbe abbastanza oneroso: l’Udinese chiede almeno 15 milioni. Come poc’anzi accennato un altro nome sul taccuino di Marotta è quello di Mattia De Sciglio. Il milanista sembra essere in una fase involutiva della sua carriera nonostante abbia solo 23 anni. Tuttavia, Massimiliano Allegri, che lo aveva fatto esorire in prima squadra quando alleneva i rossoneri, è convinto di poterlo rilanciare. Dal punto di vista economico è il più abbordabile dato che il Milan potrebbe accettare uno scambio con Pereyra. In tutti i casi, il Milan lo valuta non meno di 15 milioni.
C’è poi l’ipotesi molto suggestiva di arrivare a Danilo del Real tramite l’operazione Morata. L’ex Porto, che fu pagato solo un anno fa 35 milioni dai madrileni, è stato sottoutilizzato in questa stagione e potrebbe essere tentato dalla possibilità di rilanciarsi in un’altra grande d’Europa come la Juventus nella quale ritroverebbe il suo omologo mancino Alex Sandro.
La priorità comunque in casa Juve è quella di trattenere Cuadrado, dato che la scorsa stagione è stato fondamentale in partite importanti sia di campionato che di Champions. Tutto dipenderà ancora una volta dalla volontà di Antonio Conte.

  •   
  •  
  •  
  •