Calciomercato: senza l’Europa Bacca potrebbe andar via

Pubblicato il autore: Simone Satragno Segui

6f3eb9741e43e2e033a705120ecafa65-03010-1442694970
Tutto ancora in gioco, la finale di Coppa Italia di sabato sera deciderà il futuro europeo del Milan. Sarà una sfida difficilissima da vincere, gli uomini prima di Mihajlovic e poi di Brocchi hanno attraversato un’annata complicata, fatta di critiche e pressioni ambientali, per questo arrivano al match con la Juve nettamente sfavoriti. Da qui però dipenderà il mercato in entrata e in uscita del Milan, perché in caso di Europa League bisognerebbe ripartire da una squadra adatta a disputare tre competizioni e questo andrebbe ad incidere anche sul budget del club. Non solo, parecchi giocatori avrebbero l’opportunità di restare perché in caso di ko c’è già qualcuno che potrebbe andare via.

La pepita d’oro ad oggi rimane ovviamente il colombiano Carlos Bacca, la cui stagione è stata positiva in termini di gol, ben 20 fino ad ora (ben 18 in campionato e 2 in Tim Cup). Il colombiano, secondo le ultime statistiche, ha portato 24 punti al campionato e realizzato 18 gol su 48 totali. Probabile che senza la prospettiva di misurarsi nell’immeditato in campo internazionale, potrebbe cedere alle lusinghe di club più prestigiosi che disputeranno l’Europa l’anno prossimo. Per il Milan, tra l’altro, potrebbe essere una delle ultime possibilità di vendere e monetizzare considerando l’età del giocatore, ormai prossima ai 30 anni.

Leggi anche:  Futuro Cristiano Ronaldo, la Juventus ha scelto gli EREDI

Proprio per questo il suo agente è in contatto continuo e segreto con diverse squadre in tutta Europa e la dirigenza rossonera sta monitorando già diversi attaccanti. E’ stato proposto Nolito del Celta Vigo, giocatore che piace ad Adriano Galliani e che potrebbe essere un buon rinforzo se dovesse partire Bacca, anche se non ricoprirebbe lo stesso ruolo essendo attaccanti con qualità diverse. Oltre a Bacca potrebbero partire anche Balotelli (di ritorno dal prestito del Liverpool) Luiz Adriano (che già a gennaio è stato ad un passo dall’addio) e Menez (che quest’anno causa anche l’infortunio alla schiena ha avuto un rendimento alquanto deficitario), mentre Niang è molto richiesto sia in Premier che in Bundesliga. Senza Europa l’intero parco attaccanti potrebbe subire importanti modifiche, dunque anche per questo vincere sabato sera contro la Juventus dell’ex Massimiliano Allegri sarebbe di vitale importanza per i colori rossoneri.

  •   
  •  
  •  
  •