Mal di pancia Dzeko, il bosniaco vuole lasciare Roma. Ingaggio e soli 8 gol complicano la cessione

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

mal di pancia dzekoLa Roma di Spalletti, impegnata con il rinnovo del contratto dell’idolo Francesco Totti, deve vedersela anche con il mal di pancia Dzeko, il bosniaco avrebbe paventato il volere di lasciare la Roma, società con cui non si è mai integrato né con i compagni né con una tifoseria che l’aveva acclamato in estate come Bomber e che si è dovuta tristemente ricredere in virtù dei soli 8 gol segnati dal bosniaco, che in Italia ha sicuramente disputato la stagione più brutta della sua carriera, vanificando tutto ciò che di buono aveva fatto vedere in Germania e in Inghilterra, dove si è distinto come fuoriclasse nel Wolfsburg e nel Manchester City di Roberto Mancini, l’attuale tecnico dell’Inter che riporterebbe volentieri con se il proprio ex pupillo, trascinandolo nella sua nuova avventura nerazzurra.

Mal di pancia Dzeko: Mancini chiama il suo pupillo

Come ben si sa l’Inter di Thohir non naviga in una prospera situazione economica, e per questa ragione dovrà necessariamente privarsi di almeno due pedine fondamentali, che dovrebbero essere il centrocampista Brozovic e il portiere Handanovic. Tra le fila nerazzurre potrebbero però partire anche uno tra Perisic, molto richiesto dal Real Madrid, e Icardi, fortemente inseguito dal PSG che cerca un sostituto di Ibrahimovic che presto approderà al Manchester Utd di Mourinho. In caso di una di queste illustri partenze, Roberto mancini avrebbe indicato nel bosniaco la sua prima scelta, ritenendo Dzeko un giocatore fondamentale nel suo modulo tattico, che prevederebbe un 4-3-3 con Edin punta centrale supportato da Banega e Perisic (sempre se sarà Icardi a essere ceduto). Un problema potrebbe però essere rappresentato dall’ingaggio, che è secondo l’entourage di Thohir troppo elevato per un calciatore che con il Manchester di mancini ha vinto la Premier ma che quest’anno si è notevolmente ridimensionato, affinché la trattativa possa andare avanti si prospetta infatti un ritocco verso il basso per quanto riguarda le pretese economiche dell’attaccante.

Mal di pancia Dzeko: oltre l’Inter c’è la Cina

In caso di mancato accordo con l’Inter per Dzeko si aprirebbero le porte della Cina, campionato emergente dove il bosniaco potrebbe rappresentare un valore in più. La via è molto difficile però, perché il calciatore non sembrerebbe gradire una destinazione che rappresenterebbe un arretramento della sua carriera, anche se i soldi non mancherebbero.

  •   
  •  
  •  
  •