Manchester United – Mou: ancora non c’e’ la firma. Problemi con i diritti d’immagine dello “Special One”

Pubblicato il autore: Rosario De Ieso Segui

FILE-PHOTO-Chelsea-Sack-Jose-MourinhoManchester United – Mourinho: la firma sul contratto che dovrebbe legare lo Special One allo United ancora non c’è. Nonostante ci sia già l’accordo tra il tecnico portoghese e i Red Devils, è emerso nelle ultime ore  un problema non da poco che non consentirebbe  alle due parti di ufficializzare la cosa. La grana è legata allo sfruttamento dei diritti d’immagine di Mourinho ceduti dallo stesso allenatore al “suo” amato Chelsea nel 2005. Nonostante la conquista da parte dello United della FA Cup che ha visto i Reds imporsi per 2 a 1 sul Crystal Palace, i vertici dei diavoli rossi hanno deciso di rimuovere dal ruolo di allenatore il tecnico olandese Louis van Gaal. A questo punto l’annuncio di Mou come successore di van Gaal sembrava solo questione di ore, cosa che ad oggi ancora non è avvenuta.
Motivo? La ragione che impedirebbe l’ufficializzazione dell’accordo, come già detto, starebbe nei diritti d’immagine del portoghese, infatti stando ai fatti sembra che il Chelsea  ne sia il  ” proprietario” da oltre un decennio. I Blues dal 2005 hanno la possibilità di utilizzare il nome del loro (ex) allenatore a scopo di marketing, per collaborazioni con partner commerciali, merchandising ufficiale, un vero e proprio marchio registrato, e che a sua volta  il Chelsea potrebbe decidere di cedere  allo stesso United in cambio di cifre astronomiche. Al momento una intesa non è stata ancora trovata, ma le parti stanno valutando una  soluzione che possa mettere tutti d’accordo, anche se il coltello dalla parte del manico ce l’ha il Chelsea. Cosa può fare lo United a questo punto? La cosa più semplice sarebbe quella da parte dei Reds Devils di rinunciare a  “sfruttare” il nome del proprio allenatore (Mourinho) per quanto riguarda la parte legata alla vendita dei prodotti ufficiali del club, questo arrecherebbe comunque un danno non indifferente  allo United che come è noto è uno dei club più floridi dal punto di vista commerciale. Altra soluzione è quella di trovare un accordo economico  di massima con il Chelsea per ottenere una sorta di liberatoria che permetta di utilizzare il nome e l’immagine di Mou in via ufficiale. Al vaglio dei Reds ci sono anche altre ipotesi, ma difficilmente percorribili, come quella di chiedere allo stesso Special One di riacquistare personalmente dal Chelsea i diritti d’immagine legati alla sua persona, o di dimostrare per vie legali, che i Blues non hanno sfruttato il marchio Josè Mourinho nel corso degli anni, cosa che porterebbe ad una disputa infinita e a suon di milioni.
Questo è lo scenario che si sono ritrovati i vertici dello United. A quanto pare i Reds starebbero valutando l’ipotesi di trovare un accordo di massima con il club di Abramovic per sfruttare i diritti d’immagine del tecnico portoghese, percorrendo la stessa strada utilizzata da Inter e Real Madrid in passato, squadre già allenate da Mou dopo la sua parentesi londinese.  D’altro canto  il Chelsea, data la rivalità con lo United non ha alcun interesse a fare favori e a rinunciare ad una fetta sostanziosa di introiti legati allo sfruttamento dell’immagine dello Special One, quindi c’è da aspettarsi la richiesta di una grossa cifra da parte del club londinese ai danni dello stesso United.

  •   
  •  
  •  
  •