Marotta: ecco la verità su Morata e Berardi

Pubblicato il autore: Rocco Menechella Segui

MORATA-MAROTTA

Marotta: ecco la verità su Morata e Berardi. L’amministratore delegato della Juventus ha rilasciato una esclusiva intervista in cui traccia le linee del prossimo calciomercato dei bianconeri analizzando le posizioni, tra gli altri, di Alvaro Morata e Domenico Berardi. Ancora un paio di settimane di pazienza per i tifosi juventini e verranno chiarite le intenzioni della dirigenza bianconera sui due “punteros” in orbita Juventus ma non solo. Un Beppe Marotta convinto che alla fine la Juventus saprà ottenere come sempre il massimo sul mercato senza svenarsi o strapparsi i capelli sia in entrata che in uscita. Ma il reparto d’attacco non è l’unico sotto la lente di ingradimento del duo Marotta-Paratici. Previste novità anche per quanto riguarda il centrocampo e la difesa fresca dei rinnovi di due veterani come Barzagli e Buffon. La priorità della Juventus è Morata, come ha confermato Beppe Marotta in un’intervista rilasciata a Tuttosport. “Definiremo il futuro di Alvaro nel giro dei prossimi 10-15 giorni. E anche la volontà del ragazzo avrà un certo peso. Una volta che avremo parlato con il Real Madrid, agiremo di conseguenza sul mercato”. Gli spagnoli possono esercitare il diritto di recompra, fissato a 30 milioni di euro e girare il giocatore all’Arsenal, che offre 65 milioni.

Marotta e Paratici sono pronti a ogni evenienza, in caso di addio dello spagnolo per fare ritorno in patria: “Stiamo monitorando diverse piste”, ha assicurato l’amministratore delegato bianconero. “Noi cerchiamo giocatori da Juve e dunque il cerchio si restringe”. I nomi per l’attacco sono Cavani del Psg e Lukaku, vicinissimo all’addio all’Everton. In lista c’è anche Berardi, opzionato dalla Juventus per una cifra già pattuita col Sassuolo di 25 milioni di euro: “Domenico è un ottimo calciatore e valuteremo con la dovuta calma cosa sia meglio per noi e per il ragazzo. Se dovessimo acquistarlo, Berardi rimarrebbe con noi”.  Si dovrà intervenire anche in altri reparti: “L’avere uno zoccolo duro come Buffon, Chiellini e Marchisio, che si è poi rinforzato con Barzagli e Bonucci, rappresenta un valore aggiunto e noi vogliamo operare proprio per rafforzarlo. Siamo consapevoli di dover abbassare l’età media della difesa. Se ora dominiamo, è proprio perché salvo situazioni specifiche e casi inevitabili, abbiamo sempre cercato di consolidare il gruppo”.

  •   
  •  
  •  
  •