Mercato Milan, Raiola: “Forse torna Ibra”

Pubblicato il autore: Alessandro Ricci Segui

ibrahimovic
Si è scritto molto sul fatto che Ibrahimovic non riesce a essere decisivo in Champions League, qualunque sia la squadra in cui gioca. Per questo motivo non avrebbe mai vinto il Pallone d’oro, perché non ha mai vinto la coppa per club più prestigiosa. Adesso veniamo a sapere dal buon Raiola che Ibra potrebbe tornare al Milan e noi non possiamo che esserne felici, al di là della squadra che tifiamo e che seguiamo di più. Noi siamo felici perché abbiamo sempre ammirato il calciatore svedese, almeno per quello che ha fatto vedere in campo. Forte con le squadre piccole? Prima donna? Accentratore di gioco? Tutte queste critiche potrebbero essere vere, ma quando noi lo abbiamo visto giocare siamo rimasti sempre colpiti dal suo talento e dalla sua capacità di farci divertire con la sfrontatezza agonistica nei confronti degli avversari, che siano giocatori, tifosi, allenatori o giornalisti. A volte il suo comportamento è sembrato antipatico anche a noi, ma se guardiamo alla sua carriera scopriremo che quasi sempre si è comportato da vero leader. E’ strano per noi che non sia ancora riuscito a vincere la Champion, ma non si deve per questo giudicare meno importante il suo talento, ma auguraci che possa riuscire a vincerla e possa conquistare anche il Pallone d’oro. Secondo noi se lo merita, tra l’altro condividere uno dei circa dieci Palloni d’oro di Messi e Ronaldo non sarebbe così improponibile.
Al di là di come la pensiamo, se Ibra torna in Italia è un bene per tutta la serie A, per lo spettacolo che lui ha sempre garantito. E’ un gigante di rara classe e spettacolarità, che dà la sensazione di poter segnare quando vuole, tanto la sua superiorità atletica e tecnica e il calcio italiano per tornare affascinante ha bisogno di giocatori come lui, anche se in là con gli anni sempre fortissimi.
Il Milan deve credere alle parole di Raiola e fare di tutto per riportarlo in squadra in un momento così delicato. Messi e Ronaldo hanno vinto tutto e sono stati giustamente osannati, ma la loro forza e il loro talento non devono secondo noi oscurare quello di Ibrahimovic, che molto probabilmente deve solo a un po’ di sfortuna il non aver alzato la Champion: Ronaldo d’altra parte ha dovuto faticare con il Real Madrid prima di riuscirci e avendo all’opposto molta fortuna, e Messi con il Barcellona fa quello che vuole ma in nazionale non riesce a essere determinante; non è detto poi che vincere tutto o quasi tutto è il solo modo per emozionare e rimanere nella memoria degli appassionati e degli almanacchi, si può anche perdere, ma se si è dato tutto, se non ci si è mai arresi e per questo si è dato spettacolo, si può entrare ugualmente nella storia del calcio e nella vita affettiva dei tifosi.
Formidabile regista d’attacco, un po’ guascone, Ibrahimovic ha sempre dato tutto e per quasi tutti gli amanti del calcio italiano, ha infatti giocato nella Juve, nell’Inter e già nel Milan: rivederlo in campo con il Milan sarebbe di nuovo vero spettacolo.

  •   
  •  
  •  
  •