Milan, De Sciglio non si vende: no a Juve e Bayern

Pubblicato il autore: Arrigo Santi Segui
Mattia De Sciglio

Mattia De Sciglio

Da possibile pedina di scambio a incedibile. Mattia De Sciglio, esterno difensivo del Milan, sarà uno dei giocatori su cui la squadra rossonera ripartirà nella prossima stagione. Questa mattina in edicola La Gazzetta dello Sport ha rivelato che in via Aldo Rossi sono pervenute due offerte concrete da parte di Juventus e Bayern Monaco per il terzino della Nazionale. Entrambe sono state rispedite al mittente. De Sciglio non è in vendita, questo il pensiero ufficiale del club rossonero, chiamato all’ennesima rivoluzione dopo la fallimentare esperienza Mihajlovic, esonerato quando mancavano sei giornate al termine del campionato.

Allegri e Ancelotti ci provano

De Sciglio non è in vendita. Questione chiusa. Juventus e Bayern Monaco dovranno bussare altre porte per rinforzare la loro difesa. Il terzino sinistro rimarrà al Milan almeno per un altro anno. Allegri e Ancelotti ci hanno provato ma la risposta della dirigenza rossonera non si è fatta attendere. Un primo segnale importante per le strategie di mercato milanista. Sembra chiaro il voler proseguire la linea verde dettata dalla società e la valorizzazione dei calciatori delle giovanili. Da Donnarumma a Calabria, passando per De Sciglio e lo stesso Locatelli, futuro regista del centrocampo rossonero. Gli errori commessi in passato, pensiamo a Darmian, sono stati metabolizzati. Il futuro è adesso.

Leggi anche:  Juventus, Morata salterà il derby: ecco cosa ha detto all'arbitro Pasqua

Il primo estimatore di De Sciglio è proprio Massimiliano Allegri, il tecnico che l’aveva lanciato da protagonista nei suoi ultimi mesi sulla panchina rossonera, prima di essere esonerato dopo la sconfitta contro il Sassuolo. In più di un’occasione nel recente passato si era parlato di un possibile approdo in bianconero di De Sciglio. Durante la sessione di mercato invernale il terzino era stato vicino alla Juve, con cui la dirigenza rossonera aveva intavolato una trattativa per uno scambio con Caceres, forte difensore uruguaiano della Juve che non trova spazio nella difesa a tre dei campioni d’Italia soltanto perché quest’ultima può contare su Bonucci, Chiellini e Barzagli.

Anche Ancelotti ha provato a sondare il terreno per De Sciglio, consapevole della forza del giocatore, tra i più brillanti della sua età nel ruolo di terzino, sia a destra che a sinistra. Nella sua nuova avventura al Bayern, Ancelotti ha preso in considerazione la possibilità di inserire alcuni elementi di valore della sua vecchia squadra. Oltre a De Sciglio si fa il nome di Carlos Bacca, il colombiano che al suo primo anno in Serie A ha fatto gli stessi gol di Zlatan Ibrahimovic.

Leggi anche:  Criscitiello, che attacco a Pirlo: "Juve senza gioco e cattiveria. Squadra piccola contro le neo promosse"

Agli Europei

Su De Sciglio non ci sono soltanto Juventus e Bayern. Il giovane difensore ha infatti diversi estimatori in Europa e gli imminenti Campionati Europei 2016 in Francia potrebbero rappresentare un ulteriore vetrina per il giocatore del Milan, ex stella della Primavera rossonera. Negli ultimi allenamenti, il commissario tecnico della Nazionale italiana ha schierato De Sciglio come terzino sinistro, nel 3-5-2 che prevede l’impiego di Bonaventura come mezzala. La sensazione è che il giocatore possa ripetere la grande prestazione offerta in finale di Coppa Italia, dove è stato il migliore in campo dei suoi. Juve e Bayern restano alla finestra, il Milan per ora resiste.

  •   
  •  
  •  
  •