Nuovo allenatore Italia, salgono le quotazioni di Montella. De Biasi resta il favorito

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

nuovo allenatore italiaNuovo allenatore Italia dopo Conte: sono giorni decisivi per la scelta del sostituto. Spunta un nuovo nome
Carlo Tavecchio non ha ancora deciso chi andrà a sostituire Antonio Conte, dal prossimo agosto, sulla panchina della Nazionale Italiana di calcio. Tanti i nomi che circolano in queste ore e situazione in continuo divenire. In queste ore salgono le quotazioni dell’attuale allenatore della Sampdoria Vincenzo Montella, non ancora convinto del progetto del presidente blucerchiato Ferrero per la prossima stagione. Sul tecnico di Pomigliano D’Arco, però, è forte l’interesse del Milan. Nel paragrafo successivo vediamo tutti i nomi caldi per il ruolo di nuovo allenatore della Nazionale Italiana di calcio.

Nuovo allenatore Italia: i nomi dei probabili candidati

Detto di Vincenzo Montella, che sta scalando posizioni importanti, l’impressione è che il favorito sembra essere, almeno per il momento, Gianni De Biasi, che guiderà l’Albania ai prossimi Europei. Proprio questa impresa, oltre alla grande esperienza accumulata in carriera, hanno portato Tavecchio a metterlo in cima alla lista dei candidati. Nulla di definito, però. Ci sono, infatti, tanti altri nomi. Gasperini potrebbe lasciare la Genova rossoblu ma ha ancora un anno di contratto con il Grifone. Qualora dovesse salutare il capoluogo ligure, Tavecchio potrebbe pensare a lui seriamente. Stesso discorso per Giampiero Ventura, che però sembra essersi convinto a rimanere al Torino per un nuovo progetto tecnico. Come riportato dal quotidiano sportivo Tuttosport, il presidente federale avrebbe sondato il terreno con la dirigenza del Bayern Monaco chiedendo la disponibilità di Carlo Ancelotti. Ma questo è più un sogno che un’ipotesi reale. Altri nomi: la suggestione, destinata a rimanere tale, Luciano Spalletti, sempre più al centro del progetto Roma, e Walter Mazzarri, ancora libero dopo l’addio all’Inter nella passata stagione e pronto a vestirsi di azzurro, come spiegato più volte dal suo procuratore. Cesare Prandelli, invece, ha accantonato l’idea di sedersi nuovamente sulla panchina azzurra, dopo averla guidata agli Europei del 2012 ed al fallimentare Mondiale del 2014. Lontano, almeno apparentemente, anche Donadoni.

  •   
  •  
  •  
  •