Silvio Berlusconi: Il Milan che vorrei! …… Ma i Cinesi? E’ già cominciato il calciomercato Milan

Pubblicato il autore: Pietro D'Alessandro Segui

IM_Berlusconi_2-770x470
Tutti i tifosi rossoneri sanno quanto stia a cuore al Presidente Silvio Berlusconi la sorte del Milan. E hanno capito anche quali dubbi, perplessità, remore ancora gli impediscono di concedere via libera ai Cinesi per cedere il 70% della squadra: la tentazione del Presidente di tenere questo pezzo di cuore tutto per sé è fortissima, ma forse non è in linea con le ragioni del mercato.
Tutti hanno a mente i trionfi del Milan da quando Berlusconi è diventato Presidente, ma forse vale la pena di ricordarli: 8 scudetti (1987-88,1991-92,1992-93,1993-94,1995-96,1998-99,2003-2004, 2010-2011), 5 coppe dei campioni (1989,1990,1994,2003,2007), 3 coppe intercontinentali (1989,1990,2007), 5 supercoppe europee (1989,1990,1995,2003,2007), 6 supercoppe italiane (1988,1992,1993,1994,2004,2011), 1 coppa Italia. (2003). Non è poco considerando anche i campioni che hanno deliziato i tifosi e il bel gioco praticato dalla squadra.
Vanno, perciò, capiti i tentennamenti e le perplessità, che in questo momento assillano Silvio Berlusconi.
Ma sicuramente anche Silvio Berlusconi sa che il bene del Milan è più grande di qualunque sentimentalismo e prenderà la giusta decisione.
Sarebbe interessante, però, capire quale potrebbe essere nella sua mente il Milan del futuro, al quale certamente ha già cominciato a pensare al di là delle decisioni definitive.
Sono tante le voci di mercato, che per ora impazzano sul web e sulla carta stampata. Anche per quanto riguarda il futuro allenatore, si fanno le ipotesi più svariate, a cominciare da una riconferma di Cristian Brocchi.
E’ chiaro che Brocchi, peraltro non entrato nel cuore dei tifosi, può sperare nella riconferma solo se dovesse vincere la Coppa Italia. Ma, anche vincendo il trofeo nella sfida contro la Juventus, non è certo che siederà nella panchina rossonera anche l’anno prossimo.
Ai nomi di Montella, Lippi e Cannavaro, si è aggiunto nelle ultime ore quello dell’attuale allenatore del Manchester City Manuel Pellegrini, impegnato proprio questa sera contro il Real Madrid nella seconda semifinale della Champions League.
Oltre all’allenatore, dovrà essere rinnovata e rinforzata la rosa dei giocatori, apparsa quest’anno parecchio debole.
Intanto la difesa necessita di un paio di elementi di sicuro affidamento. Ultimamente si è parlato di Nacho Fernandez del Real Madrid, giocatore interessante, ma che da solo non basta, considerando che Alex, Zapata e Mexes sono in scadenza di contratto e che difficilmente avranno la possibilità di rinnovare. Altro nome è quello di Kamil Glik, il centrale del Torino, che ha espresso il desiderio di voler provare un’esperienza lontano da Torino.
Passando al centrocampo, si parla insistentemente di un interessamento nei riguardi di Tonny Vilhena, centrocampista 21enne del Feyenoord, del croato Kovacic, ex nerazzurro dell’Inter, attualmente in forza al Real Madrid e di Thomas Lemar del Monaco, classe 1995.
In attacco si parla di Jackson Martinez dell’Atletico Madrid e anche di Ramires, ex Chelsea, passato a gennaio al Jiangsu Suning.
Le opzioni in ingresso sono numerose così come quelle in uscita.
Ma tutto dipenderà dalla decisione ultima che prenderà Silvio Berlusconi, mentre anche i tifosi sono divisi tra quelli che auspicano il subentro dei Cinesi, che garantirebbero liquidità, e quelli, più sentimentalisti, che vedono il Presidente attuale l’unico capace di agire sempre e solo per amore verso i colori rossoneri.

  •   
  •  
  •  
  •