Torino: Mihajlovic chiede rinforzi a Cairo

Pubblicato il autore: Collu Luca Segui

Il nuovo tecnico Mihajlovic avanza le richieste per il mercato

 head coach Sinisa Mihajlovic

Sinisa Mihajlovic

Mihajlovic è il nuovo allenatore del Torino, il quale ha firmato un biennale con i granata, prendendo il posto di Giampiero Ventura.
Il presidente Cairo ha voluto ringraziare, tramite un comunicato, l’ex tecnico, per poi motivare la scelta effettuata per la panchina:
“A nome di tutta la Società do il benvenuto a Sinisa Mihajlovic e al suo staff. Credo che dopo l’ottimo lavoro svolto insieme a Giampiero Ventura e ai suoi collaboratori, che ancora ringrazio, il mister Mihajlovic possa rappresentare la scelta ideale per proseguire nel percorso intrapreso in questi ultimi anni: ha già dimostrato di saper lavorare molto bene con i giovani, è ambizioso e incarna quelle doti di temperamento che da sempre connotano il Toro”.
Dopo l’annuncio, il Torino pensa subito al mercato.
Partiamo da una situazione interna, Ciro Immobile.
L’attaccante è innamorato della città e si è detto disponibile a rimanere nella società granata, che vanta la possibilità di riscattare il giocatore per 11 milioni di euro dal Borussia Dortmund.
Il prezzo viene considerato eccessivo per Immobile, e la società si sta già guardando attorno.
Girano i nomi di Lapadula, Muriel ed Eder.
Il primo è il bomber della Serie B e del Pescara ed è nel mirino dei grandi club italiani, rendendo complicatissima la trattativa.
Il secondo, invece, viene da una stagione discreta con la maglia della Sampdoria, dove ha collezionato 35 presenze e realizzando 7 gol e 7 assist.
I blucerchiati sono disposti ad aprire una trattativa e sicuramente le due società avranno modo di discuterne.
Eder, invece, viene da una prima parte di stagione magnifica con la maglia ligure, ma dopo l’acquisto da parte dell’ Inter è calato e non rimarrà nella squadra di Milano.
Il Torino proverà ad acquistarlo con la formula del prestito con diritto di riscatto.
Altro obiettivo della squadra di Mihajlovic per l’attacco è Iago Falquè, esterno d’attacco che ha vestito la maglia della Roma nell’ultima stagione.
L’esterno è stato scavalcato nelle gerarchie di Spalletti, e potrebbe accettare un trasferimento nella squadra Piemontese.
La Roma potrebbe valutare un eventuale scambio con Bruno Peres.
Mihajlovic chiede rinforzi anche a centrocampo, settore che dovrebbe essere quello con più investimenti.
Kucka è il primo nome nella lista del serbo, suo pupillo nella scorsa stagione al Milan, che ha interpretato alla perfezione il compito che gli veniva assegnato dal tecnico.
Il Milan però non vorrebbe privarsi di un elemento cosi importante per la sua formazione.
Sono state richieste informazioni per Rincon del Genoa, la società rossoblu chiede 7 milioni di euro.
Altro obiettivo del tecnico del Torino, è Soriano, attualmente alla Sampdoria.
Il centrocampista si è espresso al meglio sotto la guida di Mihajlovic in panchina e viene considerato una tra le priorità per il serbo.
Altri due nomi ,che circolano per la formazione granata, sono Valdifiori e Dioussè, legati rispettivamente al Napoli e all’Empoli.
La trattativa per il regista napoletano risulta la più semplice, viste le poche presenze e la scarsa considerazione che Sarri gli ha riservato, nonchè la voglia di cambiare aria da parte del giocatore.
Dioussè, mediano classe 97, è una trattativa difficile data l’importanza che ha per la società toscana, ma con alcune contropartite e un equo compenso di denaro la trattativa potrebbe decollare.
Tomovic, invece, è la prima scelta del serbo da aggiungere alla sua rosa.
Per il reparto,però, Mihajlovic punta prima di tutto a trattenere i suoi giocatori.
Sono numerose le offerte ricevute per Glik, ma per ora sono state tutte rispedite al mittente.
Maksimovic, come il capitano granata ha tante richieste, ma per Mihajlovic il giocatore è ritenuto fondamentale per la difesa del Torino.

  •   
  •  
  •  
  •