Ufficiale: Mourinho al Manchester United fino al 2019

Pubblicato il autore: Domenico Nocera Segui

JoseMourinhoOT
L’ufficialità tanto attesa è arrivata: Jose Mourinho è il nuovo allenatore del Manchester United. Ad anticipare la notizia è stata l’emittente inglese Sky Sports News secondo cui, il tecnico portoghese ha firmato un triennale alla guida dei Red Devils. Lo Special One torna dunque in Premier League, dopo l’esonero dal Chelsea dello scorso dicembre, ed eredita il posto di Louis Van Gaal.

E’ la terza ricostruzione per lo United dopo l’addio di Sir. Alex Ferguson nel maggio 2013. Da allora il club di Manchester ha vinto soltanto una Community Shield nel 2013-2014 e una FA Cup sabato scorso, battendo in rimonta il Crystal Palace dopo l’1-1 dei tempi regolamentari. Sicuramente un pò poco per una società tra le più conosciute e vincenti nel panorama calcistico internazionale.

Leggi anche:  Il Milan ha ufficializzato il riscatto del difensore

I Glazer, la famiglia americana proprietaria del club, ripartono dunque da un’altro allenatore di profilo europeo quale appunto è Jose Mourinho, che percepirà un compenso principesco: 13 milioni di euro netti a stagione; secondo al mondo solo a Guardiola, che sulla panchina dei rivali del Manchester City, percepirà 15 milioni di euro.

Obiettivo più importante sarà senz’altro quello di centrare il ritorno in Champions League, ma in un campionato imprevedibile come la Premier, nulla vieta di ipotizzare che Mourinho voglia e possa vincere il titolo già alla prima stagione. Da non sottovalutare la partecipazione all’Europa League che potrebbe rappresentare un’ottima  “preparazione” per la sua squadra in attesa nel ritorno nella più importante competizione europea.

Nel frattempo, in attesa della presentazione ufficiale della società, il nuovo tecnico ha gia in mente i suoi obiettivi di calciomercato. Primo tra tutti Zlatan Ibrahimovic, che tornerebbe a far coppia con il manager di Setubal dopo la stagione 2008-2009 all’Inter. Se questa prospettiva, non semplice ma neppure impossibile visto la voglia dello svedese di giocare in Premier, sarà realtà Ibrahimovic potrebbe anche ricoprire il ruolo di viceallenatore in campo.

  •   
  •  
  •  
  •