Zlatan Ibrahimovic lascia il PSG

Pubblicato il autore: Davide Bergesio Segui

ibrahimovic_psg_debutto

Ora è ufficiale: Zlatan Ibrahimovic è sul mercato. Il campione svedese non rinnoverà il contratto in scadenza con il PSG, lascerà il club e porterà il suo talento altrove. Quale sia la sua nuova squadra,  lo si saprà solo tra qualche mese. A dare la notizia dell’addio è stato lo stesso giocatore tramite i suoi profili social.
Domani sarà la mia ultima partita al Parco dei Principi. Sono venuto come Re, me ne vado come una leggenda“.
Questo il commento del calciatore nel dare l’addio al club che nell’estate 2012 lo aveva prelevato dal Milan per 21 milioni di euro, insieme all’allora centrale rossoneroThiago Silva. Ibrahimovic, lascerà un grande vuoto  nella Ligue 1 francese, che ha avuto la fortuna di coccolare il suo talento per 4 intere stagioni, durante le quali lo svedese ha vinto  tutto quello che c’era da vincere a livello nazionale, tranne che la Champions League, l’unico trofeo che ancora gli manca.

Con il PSG Ibrahimovic ha vinto:

  • 4 Ligue 1 (2012-2013, 2013-2014, 2014-2015, 2015-2016)
  • 3 Supercoppe di Francia (2013, 2014, 2015)
  • 3 Coppe di Lega francese (2013-2014, 2014-2015, 2016)
  • 1 Coppa di Francia (2014-2015), più una finale da disputarsi il 21 maggio contro il Marsiglia

E’ stato inoltre per ben tre volte capocannoniere della Ligue 1 (2012-2013, 2013-2014, 2015-2016).
152 sono i gol complessivi segnati con il club francese in 178 partite. E’ il miglior marcatore di sempre nella storia del PSG.
Si preannuncia un’estate di fuoco per scoprire quale sarà il futuro club di Ibra, con molte squadre a fare la fila per accaparrarselo.
L’ipotesi più probabile è quella della MLS americana, con in testa i Los Angeles Galaxy (potrebbe volare in America già dopo l’Europeo).
E’ l’opzione più plausibile e quella che percorrono le principali voci di mercato. Il dubbio resta sulla voglia di competitività che ancora ha un giocatore come lui e la sua voglia di sentirsi ancora importante in un club europeo, che magari disputi la Champions League. E qui ci sono le ipotesi europee, partendo dalla Premier League.
Il Manchester United sembra non aver ancora deciso cosa farsene di Van Gaal, nel caso virasse su Mourinho, allora ecco che il nome Ibrahimovic tornerebbe di attualità (Mourinho ha già allenato il giocatore ai tempi dell’Inter).
Suggestiva è invece l’ipotesi Arsenal.

Poi ci sono le ipotesi italiane, con Milano in testa, la città in cui Ibra si è trovato meglio nella sua carriera.
All’Inter ha vinto tre scudetti e due supercoppe italiane, al Milan uno scudetto ed una supercoppa italiana. In entrambe le squadre è stato capocannoniere della Serie A, nel 2008-2009 con l’inter e nel 2011-2012 con il Milan.
L’ostacolo più grande per il suo ritorno resta tuttavia il pesante ingaggio. Il Milan sarebbe l’opzione principale in caso di cessione rapida e immediata alla cordata cinese, ma anche Massimo Moratti, seppur fuori dalle sale ufficiali ma sempre in orbita Inter, ha dichiarato che riaccoglierebbe subito il bomber svedese. Ipotesi lontane comunque, soprattutto per i nerazzurri. Anche se, ovviamente, vista la situazione del calcio milanese, farebbe ancora la differenza per entrambe.  L’ipotesi cinese poi è la meno probabile. Vale lo stesso ragionamento che si è usato per la MLS, grossi ingaggi, ma poca competitività. L’ipotesi europea è la più suggestiva ed interessante.

  •   
  •  
  •  
  •