25 milioni per Koulibaly? De Laurentiis non ci pensa neppure…

Pubblicato il autore: Paolo Bellosta Segui

Kalidou Koulibaly dovrebbe prolungare il contratto con il Napoli
Antonio Conte
 sarà il nuovo allenatore del Chelsea, la sua avventura in Blues inizierà subito dopo la fine degli Europei di Francia, sul mercato, però, la sua mano si vede già.
Il tecnico leccese, infatti, prima di iniziare la spedizione transalpina con gli Azzurri, ha dettato alla dirigenza del Chelsea le sue richieste in merito al mercato in entrata e in uscita.
Una delle priorità, se non quella assoluta, dell’ex allenatore della Juventus è rinforzare la difesa dei Blues e i nomi in cima alla lista del ct della Nazionale italiana sono quelli di Bonucci e di Koulibaly: insomma si prova a fare la spesa in Serie A.
Viste le difficoltà nell’arrivare al forte giocatore della Juventus, gli sforzi del Chelsea si stanno concentrando tutti sul 25enne calciatore del Napoli.
A conferma di questi rumors, arriva dall’Inghilterra la notizia che il Napoli avrebbe rifiutato una prima offerta inglese per Kalidou Koulibaly. Secondo il Daily Mirror il patron del Napoli, Aurelio De Laurentiis, avrebbe rispedito al mittente una proposta di oltre 25 milioni di euro, ritenendola troppo bassa.
Lo stesso tabloid scrive anche che De Laurentiis non sarebbe disposto neppure a prendere in considerazione offerte inferiori a 40 milioni di euro.
“Aurelio considera Koulibaly uno dei migliori centrali d’Europa, sia per qualità tecnica che per dati anagrafici, per questo difficilmente verrà ceduto, se non per offerte monstre” , queste le parole di persone vicine al Presidente.

Leggi anche:  Europa League 2020/21, le probabili formazioni della quarta giornata e statistiche

L’intenzione del Napoli è chiara: l’obiettivo è tenere il difensore fino alla scadenza del contratto, Kalidou ha un accordo che lo lega agli azzurri fino al 2019. Dopo si vedrà che fare.
Tuttavia De Laurentiis, nelle ultime uscite, non ha celato la sua delusione per le recenti esternazioni del calciatore: «Non ho mai litigato con Koulibaly, ve lo garantisco- ha detto a chiare lettere il presidente del Napoli. La questione è che il ragazzo ha contravvenuto ad impegni contrattuali e di questo si occuperanno gli avvocati. Sono rimasto deluso dal suo atteggiamento, ma non ci sono problemi, Koulibaly rimarrà con noi altri tre anni, poi se vorrà rinnovare per altri due ci siederemo a parlarne. Noi non siamo una banca, dobbiamo anche rispettare un budget».

  •   
  •  
  •  
  •