Avellino, nuovo allenatore per la Primavera. Le ultime di calciomercato

Pubblicato il autore: Ramona Buonocore Segui

Avellino Camorra ScommesseI lupetti dell’Avellino calcio saranno allenati da Renato Cioffi. Dopo varie consultazioni con i professionisti del capoluogo irpino e della Campania, l’Unione Sportiva Avellino ha deciso di affidare la squadra Primavera, per la prossima stagione, a Renato Cioffi. L’ex giocatore di Cervinara è pronto ad allenare i giovani biancoverdi dopo le esperienze di Sorrento, Cavese, Aversa Normanna, Casertana, Viribus Unitis e Bellaria.
Questa la nota apparsa sulla pagina web dell’Avellino calcio:  “Nel ringraziare tutti i collaboratori che negli anni hanno accompagnato l’U.S. Avellino nel difficile compito del settore giovanile, si comunica e si diffida chiunque, al di fuori del suddetto responsabile, ad utilizzare in nessun modo il nome ed il marchio di questa società.L’unico referente e responsabile di provini sarà il mister Cioffi, e le eventuali date saranno comunicate esclusivamente attraverso il sito ufficiale dell’U.S. Avellino.La società ringrazia il professionista Renato Cioffi per la disponibilità. La stessa vigilerà affinché non si verifichino in alcun modo situazioni che possano gettare ombre sulla serietà e sulla correttezza di tutti i dirigenti dell’U.S. Avellino”.
Ed intanto continua la ricerca dell’Avellino per il secondo portiere che dovrà affiancare Pierluigi Frattali, diventato ormai una certezza per la società. Nel capoluogo irpino la dirigenza sogna Ionut Radu, giovane portiere di nazionalità rumena ora tra le fila del Milan e corteggiato anche dall’Inter che lo vorrebbe in prima squadra come riserva di Samir Handanovic. In attesa, Massimiliano Taccone ed Enzo De Vito hanno bussato alla porta del Torino, richiedendo un prestito per Andrea Zaccagno, portiere della Primavera nell’ultima stagione. Agli irpini piace anche Lorenzo Crisanto ma la pista torinese sembra essere la più accreditata, dal momento che l’Avellino è ormai da un paio di stagioni in affari con la società piemontese che gli ha permesso di concludere le operazioni di Marco Chiosa e Alfred Gomis.
Una certezza per la prossima stagione calcistica avellinese sembra essere Camarà, giovane attaccante della Guinea. A tessere le lodi dell’allenatore Enzo De Vito è lo stesso agente di Camarà Beppe Accardi:
“Il direttore sportivo dell’Avellino è stato bravissimo ad anticipare tutti bloccando Camarà quattro-cinque mesi fa. Per una questione di rispetto nei confronti di chi è arrivato prima è stato giusto indirizzare il mio assistito verso Avellino. C’erano Trapani, Brescia e Novara che avevano scatenato le proprie attenzioni su Camarà. La burocrazia ne ha ritardato l’affermazione nelle categorie che contano. “Non è arrivato in Italia prima perché ci sono stati problemi con il passaporto – ha spiegato Accardi – quando ci è riuscito lo ha fatto con la nazionalità portoghese ed è dovuto passare per le categorie inferiori per mettersi in mostra. Sono contento dell’approdo in B di Camarà – ha proseguito Accardi-  il ragazzo meritava una chance importante, lo conosco da quando aveva sedici anni. L’ho sempre seguito portandolo in Belgio per un periodo. E’ uno degli uomini più rappresentativi della sua Nazionale, la Guinea Bissau, dove costringe alcuni elementi della massima serie del Portogallo a fargli da riserva. La gente del suo Paese lo adora, sono convinto possa diventare fondamentale anche per l’Avellino”.

 

 

 

 

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: