Bomba dal Cile: Pellegrini in viaggio per firmare con il Milan

Pubblicato il autore: Simone Satragno Segui
Manuel-Pellegrini-Burnley-Manchester City
Una vera e propria bomba arriva dal Cile! Se sul fronte societario stentano le novità, su quello riguardante l’allenatore invece pare ci siano grosse nuove. Tra i nomi che vengono accostati alla panchina del Milan nelle ultime settimane c’è anche quello di Manuel Pellegrini e dal Cile arriva una notizia piuttosto clamorosa: secondo quanto riferisce oggi La Segunda, l’ormai ex tecnico del Manchester City sarebbe infatti in volo verso l’Italia per sistemare gli ultimi dettagli e firmare poi il contratto che lo legherà ai rossoneri. Fino a pochi giorni fa, il cileno sembrava aver deciso di prendersi un periodo di pausa, ma la chiamata del club di via Aldo Rossi, che è in trattativa con i cinesi per il cambio di proprietà, gli avrebbe fatto cambiare idea. Pellegrini, classe 1953, ha allenato nella sua carriera grandi club come River Plate, Villareal, Real Madrid, Malaga e Manchester City, con il quale ha vinto una Premier League e due Coppa di Lega inglesi.

Leggi anche:  Ibrahimovic contro la EA Sports (Fifa). Ecco i dettagli e le parole dello svedese

La trattativa tra Finivest e la cordata cinese per la cessione a quest’ultima del 70% del Milan è ancora in corso e finché Silvio Berlusconi non giungerà ad una decisione definitiva il mercato del club rossonero sarà totalmente bloccato. In particolare, prima di impostare qualsiasi discorso in chiave mercato, bisognerà sapere presto chi siederà sulla panchina della squadra milanista: l’unica cosa certa è che la scelta dipenderà moltissimo dall’esito dell’operazione con i cinesi, ma è chiaro anche che con il passare del tempo le alternative rischiano di essere sempre meno.

L’edizione odierna della Gazzetta dello Sport riporta alcuni aggiornamenti sui nomi che sono stati accostati al Milan nelle ultime settimane: innanzitutto, la pista Unai Emery, cioè la preferita dei cinesi, è praticamente svanita visto che lo spagnolo è ad un passo dal Psg, che è perfino disposto a pagare la clausola imposta dal Siviglia per liberarlo. Fonti vicine alla cordata cinese, dicono che vorrebbe a tutti i costi Unai Emery per la panchina rossonera del prossimo anno, ma se le trattative col club di via Aldo Rossi proseguiranno con queste tempistiche, potrebbe essere troppo tardi: il tecnico del Siviglia, con il quale ha vinto le ultime tre Europa League, è infatti molto vicino al Psg. Secondo il quotidiano milanese, al contrario di quello cileno, allontana la candidatura nei piani del consorzio di Pechino, vale a dire Manuel Pellegrini, poiché la sua panchina costerebbe troppo e per questo rischia di essere scartata (si parla di un ingaggio netto da 6 milioni a stagione).

Leggi anche:  Europa League - Milan, Castillejo: "Vogliamo battere il Lille"

In caso di mancata cessione ai cinesi, Berlusconi ha invece già dichiarato che il Milan del futuro sarà giovane e italiano con (quasi sicuramente) Cristian Brocchi in panchina: l’attuale tecnico milanista è il principale candidato, ma, sempre secondo la Rosea, ci sarebbe anche in questo caso una strada alternativa, cioè quella che porta a Marco Giampaolo, attuale allenatore dell’Empoli, che tanto bene ha fatto nell’ultima stagione, sia sotto il profilo dei risultati, che soprattutto, sotto quello del gioco (tanto caro al presidente Berlsuconi). Nelle prossime settimane, si saprà certamente qualcosa di più, ma prima di tutto sarà necessario capire quale sarà il futuro societario del Milan.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: