Calciomercato del Milan: Emery ora vuole rubare i tuoi gioielli

Pubblicato il autore: Paolo Bellosta Segui

bacca
Il calciomercato del Milan si potrebbe finalmente infiammare, ma non come avrebbero voluto i tifosi del Diavolo. Vi spieghiamo come… Tutto passa per Unai Emery, si proprio lui, il sogno mai realizzato.
Unai è stato uno dei nomi caldi per la panchina rossonera. Due anni fa, come pure in questo mese di giugno, il tecnico ex Siviglia è stato vicino a sedersi in quel di San Siro.
Nella stagione 2014-2015, l’idea era saltata per la scarsa convinzione del Presidente Silvio Berlusconi che aveva preferito puntare su una giovane promessa che aveva fatto la fortuna del Diavolo da giocatore: Pippo Inzaghi.
“Anche un certo Fabio Capello è partito dalle giovanili, vedrete sarà una lieta sorpresa”, queste le parole del Cavaliere espresse nella conferenza stampa di inizio anno. Idee farlocche, prontamente smentite dal campo. Quel che è successo è noto a tutti, Inzaghi ha toppato e tutti hanno cercato di dimenticare le parole poco profetiche di Berlusconi.
Quest’anno la querelle cinese ha bloccato tutto. Il calciomercato del Milan è in stallo perenne sotto tutti i punti di vista: presidenza, allenatore, giocatore. Un vero rebus.
Se in entrata è tutto fermo, in uscita qualcosa potrebbe muoversi, purtroppo però non si tratta di buone notizie. Unai Emery, e qui torniamo al discorso sul calciomercato del Milan, avrebbe espresso un forte interesse nei confronti di Carlos Bacca. Il neo tecnico del Psg vorrebbe portare il colombiano all’ombra della Torre Eiffel.
Insomma il rischio è di vedere un Diavolo cornuto e mazziato: prima si fa soffiare l’allenatore e poi pure il giocatore più rappresentativo?
Emery non è ancora ufficialmente subentrato al posto di Blanc, ma l’annuncio ormai è prossimo, tant’è che i dirigenti del club francese si starebbero muovendo per far contento il prossimo allenatore.
E ora che succede? Parte in maniera così negativa il calciomercato del Milan?
L’estate scorsa Bacca è approdato a Milanello con un investimento di 30 milioni di euro. Logico pensare, quindi, che la sua eventuale uscita valga almeno quei denari. Se non di più.
È vero che il club di Berlusconi non disputa le coppe e il giocatore preme per avere una vetrina europea, ma è altrettanto vero che prima di privarsi di un giocatore di tal rilievo il Milan è pronto a fare le barricate. Anche se all’orizzonte, come si sussurra, dovessero presentarsi anche il Valencia e l’Atletico Madrid.

Leggi anche:  Pronto il nuovo centrocampista per il Napoli!
  •   
  •  
  •  
  •