Calciomercato, Milan: il reparto d’attacco potrebbe partire in blocco

Pubblicato il autore: Simone Satragno Segui

menez
Un attacco che scappa, quasi in blocco. Il reparto rossonero potrebbe davvero cambiare completamente faccia nella prossima stagione e, giorno dopo giorno, gli indizi si fanno sempre più palesi. Dopo le ripetute indiscrezioni su Bacca (richiesto da Inghilterra, Germania, Spagna e Francia) e Niang (per lui offerte dalla Bundes e dalla Premier), entrambi possibili partenti in caso di giuste offerte, si sono aggiunte le recenti parole dell’agente di Jeremy Menez, il quale ha dichiarato senza mezzi termini che il suo assistito lascerà il club rossonero questa estate: “Ora è al Milan, gli resta un anno di contratto. Penso che lascerà il club, e successivamente rifletteremo sul futuro. Quando andrà via? Quest’estate, vediamo quali soluzioni e proposte interessanti ci saranno. Ligue 1? Perchè no…”.

Che l’attaccante francese potesse andar via da Milanello non è certamente un segreto, visto l’andamento della stagione e soprattutto quello delle ultime settimane, ma le ammissioni del procuratore hanno tolto qualsiasi dubbio. Il transalpino saluterà quindi senza eccessivi rimpianti, un po’ come accaduto con Mario Balotelli, rientrato al Liverpool dopo un’annata senza alcun vero squillo, seppur gli infortuni ci hanno messo del loro. Ancora da valutare invece la posizione del brasiliano Luiz Adriano, il quale era stato ad un millimetro dalla cessione direzione Cina già a gennaio. Difficile che il Milan voglia trattenerlo, ma dovrà arrivare un’offerta soddisfacente almeno per evitare minusvalenze. Il giocatore è stato pagato circa 8 milioni un’estate fa. Vedremo quali saranno le offerte che perverranno in via Aldo Rossi durante questa finestra di mercato.

Il problema vero è relativo però alle tempistiche, considerando l’esistente trattativa con la già citata cordata cinese per l’acquisizione delle quote rossonere  del 70% e l’impossibilità di operare sul mercato. Rifondare da zero un reparto intero, con un mese in meno di programmazione e cmercato, non è di certo un’impresa semplice, soprattutto se non si disponesse di enormi quantità di denaro e si potesse contare “solo” sulle entrate dalle cessioni. Eppure, visto quanto trapelato, pare proprio che si vada verso una direzione simile, con una probabile partenza in blocco degli attuali punteros rossoneri. La fine di giugno è vicina, tra poco ne sapremo di più.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: