Calciomercato Roma, Rudiger torna nel 2017: tutti i nomi per la difesa

Pubblicato il autore: Fabio Roveda Segui

Rudiger

Il grave infortunio capitato ad Antonio Rudiger nel ritiro tedesco di Evian è stato un fulmine a ciel sereno in casa Roma. Il giocatore nella mattinata di oggi ha provato a rassicurare i tifosi con un tweet: “Potrete vedermi faticare, ma non mi vedrete mai mollare! Grazie per tutti gli auguri di guarigione!“, ma la risonanza magnetica di oggi ha confermato il responso: lesione del legamento crociato del ginocchio destro. Il giocatore sarà operato e il suo rientro è previsto tra non meno di sei mesi, con ogni probabilità nel 2017.
Per quanto riguarda la nazionale tedesca, in conferenza stampa il ct Low ha confermato che sarà sostituito da Jonathan Tah del Bayer Leverkusen.

COME CAMBIA IL MERCATO – Strategie tutte da rivedere. La priorità ora è rimpiazzare il tedesco al centro della difesa. Blindato oramai l’empolese Mario Rui per la fascia sinistra, sulla destra in cima al taccuino di Walter Sabatini resta sempre lo svizzero Silvan Widmer dell’Udinese, cercato anche dal Napoli. Ma al centro? Il nome più caldo è quello di Samuel Umtiti del Lione, 22enne francese nato in Camerun. Nato come terzino sinistro, elegante e dotato di un ottimo mancino, si integrerebbe alla perfezione con Manolas diventando l’ideale sostituto di Castan, mancino come lui. Solo qualche giorno fa il suo assistito aveva dichiarato che “il Lione non lo vuole vendere e Sam non ha chiesto di andare via, ma se il club sarà disposto a venderlo e ci sarà una situazione in grado di soddisfare tutti…“. Inizialmente sembrava diretto verso Barcellona, ma il tecnico Luis Enrique non sembra gradirlo più di tanto, e si è fatta sotto la Roma, come il fratello agente ha confermato: “Anche la Roma rappresenta un progetto ed un tipo di gioco che farebbero al caso di mio fratello, ma non è necessariamente vero che il progetto della Roma sia migliore rispetto a quello del Lione. Non ha nessuna preferenza, si trova bene a Lione dove gioca con continuità. Ripeto, non andrà al Barcellona ad ogni costo anche se come ho detto un club del genere bisogna ascoltarlo. Aulas ha detto che non ha alcuna intenzione di venderlo”. Inevitabile dunque un prepotente ritorno di fiamma per lui. Le alternative, al momento, paiono tutte ristrette ai confini nazionali. Martin Caceres è la soluzione low cost più abbordabile, si svincola dalla Juventus il 30 giugno e pare gradire la destinazione romana, sebbene su di lui vi siano parecchi club. Più complesso arrivare all’interista Jeison Murillo, cercato anche dall’Arsenal (disposto a offrire 20 milioni) e autore di prove convincenti finora in Copa America. Il suo cartellino è destinato a lievitare. Infine, una suggestione mai tramontata: il ritorno di Mehdi Benatia. Ipotesi che al momento pare essere più fantamercato che altro, ma gli scenari potrebbero cambiare con un’eventuale cessione di Miralem Pjanic alla Juventus. I giallorossi sono ora disposti a trattare per una cifra inferiore alla clausola rescissoria, ma la trattativa resta ancora molto complessa.

Leggi anche:  Jordi Alba, l'Inter ha tre opzioni per prelevarlo dal Barça

Patata bollente per James Pallotta dunque, che al suo arrivo in Italia aveva dichiarato: “Nainggolan non va da nessuna parte, Pjanic resta salvo se pagano la clausola. Rudiger? Non ho intenzione di venderlo“. Nonostante la smentita proprio il difensore tedesco sembrava il più probabile partente, destinazione Londra, sponda Chelsea. Ora, però, cambia tutto.

  •   
  •  
  •  
  •